In questa sezione del museo puoi ripercorrere la storia del basket italiano dalle origini.

Storia


Il Trofeo Lombardia edizione 1964 di Tricerri

Alla guida del Comitato Regionale, il rag. Emilio Tricerri decise di rispolverare la manifestazione cambiandone però il periodo di svolgimento. Non più alla fine della stagione (quando squadre e giocatori non hanno più nulla da dire), bensì immediatamente prima dell’inizio dei campionati in modo da valutare realisticamente le forze in campo con i nuovi acquisti.

Anche Tricerri commise un errore, in quanto per questa edizione scelse (cautelativamente) di giocare esclusivamente nella piccola palestra della Forza e Coraggio. Il successo di pubblico (e della stampa) fu notevole per cui il buon Tricerri subì una valanga di critiche per non aver affittato il ben più capiente Palalido.

Ed in effetti la moltitudine di appassionati che si era recata in via Gallura sperando di vedere le partite e che non era riuscita nemmeno ad entrare nel piazzale antistante la palestra provocarono titoli di fuoco sui giornali milanesi.

Il merito del successo dipese anche del boom della pallacanestro, grazie al traino dei buoni risultati della nazionale (impegnata pressoché in contemporanea alle Olimpiadi di Tokio dove si classificò quinta) e delle telecronache televisive commentate da Aldo Giordani.

Proprio per la ragione sopracitata Simmenthal ed Ignis iniziarono il torneo senza i loro “nazionali” e malgrado questo si dimostrarono di una spalla superiori ai loro avversari. Grande sensazione fece la formazione dell'All’Onestà che pur presentandosi matricola in "Prima Serie" dimostrò di avere una caratura tecnica capace di mettere in difficoltà avversari più quotati.

Le squadre iscritte di Prima Serie furono quattro: Simmenthal, Ignis, Fonte Levissima Cantù, All’Onestà Milano e per la Serie A due: Vigevano e Algor Robur et Fides

L’Ignis neocampione d’Italia allenata da Tracuzzi, aveva acquistato Flaborea e Ossola e ceduto Gatti all’Onestà.

Il Simmenthal aveva ceduto Sardagna alla Fortitudo Bologna, Volpato alla All’Onestà, faceva debuttare i giovani Iellini e Maggini. Rubini per l’assenza anche di Riminucci, prese in prestito Cosmelli, play livornese e Vescovo da Gorizia.

La Fonte Levissima reclutò un oriundo, pivot della squadra nazionale Argentina, Alberto de Simone, detto “Cagna” che però arrivò in Italia troppo tardi per disputare il torneo.

Il Trofeo Lombardia, che metteva in palio in quella edizione la Coppa “Peppone Sforza” ex atleta della Borletti e Simmenthal, si sviluppò per circa un mese e mezzo con un girone all’italiana:

1 ottobre: Simmenthal - Algor 97-59
8 ottobre: Ignis - Vigevano 72 - 63 e Fonte Levissima - Algor  79-67
15 ottobre: Simmenthal - Vigevano 85-75 e 

Ignis 85: Maggetti 24, Cescutti 20, Bulgheroni, Ossola 14, Vatteroni 10, Ravalico 4, Villetti 13, Brambilla, all. Vittorio Tracuzzi.
All’Onestà 83: Galletti 7, Toth 12, Ronchitelli, Tonin, Masocco 20, Gamba 6, Mauri 5, Vaccaro 12, Gatti 21, all. Enrico Garbosi.                      

22 ottobre: Ignis – Fonte Levissima Cantù 69-76 e

Algor 63: Tozzin, Turri, Bovone 9, Gergati P. 18, De Leo 9, Santin 4, Crugnola 8, Rusconi 8, Branzi, Colombo 7.
All’Onesta 95: Galletti 8, Toth 4, Ronchitelli, Tonin, Masocco 6, Gamba 2, Mauri 10, Vaccaro 20, Gatti 34, Volpato 6, Brega 2.                   

29 ottobre: Simmenthal - Cantù 103-70 e

All’Onestà 65: Galletti 4, Toth 8, Masocco 6, Gamba 4, Mauri 16, Vaccaro 5, Gatti 16, Volpato 4, C. Brega 2.
Vigevano 51: Ferri 22, Cappelletti 7, Ripa 2, Pandolfi, Brega 2, Fabbri 2, Carmellini 4, Macchelli 8, Rossitto.

31 Ottobre: Algor - Ignis 81-92 e Fonte Levissima – Vigevano 88-63
5 Novembre: Simmenthal - Ignis 81-79 e

All’Onestà 99: Volpato 5, Masocco 8, Toth 18, Galletti 1, Gamba 7, Vaccaro 24, Mauri 4, Gatti 29, Brega 3, Ronchitelli.
Fonte Levissima 64: De Carli, Valentini, Rovati, Pinasco 2, Galbiati, Frigerio 28, Recalcati 8, Sarti 10, Barlucchi 16, all. Gianni Corsolini.

12 Novembre: Vigevano – Algor Varese 73-71 e

Simmenthal 73: Iellini 16, Vianello 8, Pieri 13, Masini 10, Vittori 14, Longhi, Ongaro 7, Binda 2, Cosmelli 11, Maggini 2, all. Cesare Rubini.
All’Onestà 58: Volpato, Masocco 2, Vaccaro 9, Galletti 3, Gamba, Ronchitelli, Toth 11, Gatti 29, Mauri 4, Tonin.

Classifica Finale : 1° Simmenthal, 2° All’Onestà, 3° Ignis, 4° Fonte Levissima, 5° Vigevano, 6° Algor
Capo-cannoniere: 1° Gatti (All’Onestà) 129 punti, 2° Frigerio (Fonte Levissima) 124, 3° Cappelletti (Vigevano) 107.

Il torneo si era concluso nel migliore dei modi, alla presenza del presidente federale Scuri e il commissario tecnico Paratore, che certificarono così il successo della manifestazione.

Questa edizione del Lombardia rimane storica in quanto, prima dell’ultimo incontro, fu annunciata ufficialmente la nascita del Mini Basket sponsorizzato dalla Coca-Cola.

Barlucchi in entrata contro Vittori

Gatti in uno dei suoi incredibili balzi

Il Simmenthal 1964/65 vittorioso in tutti i tre Derby della stagione: Vianello, Ongaro, Masini, Longhi, Vittori, Iellini, Maggini, Binda, Riminucci, Pieri.