Benvenuto nel nostro museo "virtuale" dedicato alle gloriose società di pallacanestro di Milano... e non solo.
Entra nella storia, viaggia nel tempo e scopri le squadre e i giocatori che hanno fatto grande il nostro sport.

Standa


I Derby femminili delle stagioni 1970-71 e 1971/72

Azelio Maumary, presidente del Geas Sesto S.Giovanni, non si accontentò dello Scudetto 1969/70 e aggiunse un‘altra perla alla sua collezione: Luigina Agostinelli, ala -pivot della Nazionale, incaricata di spalleggiare Bocchi sotto i canestri. Sull'altro fronte Romano Forastieri mantenne invece la formazione della Standa invariata, eccetto per il pensionamento della playmaker Maria Pia Mapelli. Il risultato finale del campionato 1970/71, restò incerto fino alla fine quando le milanesi persero due delle ultime tre partite, contro il Vicenza e contro il Geas, e furono scavalcate sia dalle sestesi scudettate, sia dalle vicentine giunte seconde.
I derby se li spartirono equamente: Standa 63 – Geas 58 e Geas 49 – Standa 42. Mabel Bocchi nonostante la giovane età divenne leader della squadra e per la sua avvenenza famosa anche sui rotocalchi.
Ecco i punti segnati nella stagione agonistica dalle rispettive giocatrici.
- Geas S.S.G.: Agostinelli 150, Bocchi 255, Bognolo 106, Bordon 140, Colavizza 201, Dalla Longa 91, Goggioli 24, Grisotto 80, Moreschi 11, Pelle 80, Tomasoni 89; all. Trevisan. 
- Standa: Alderighi 169. Fanfoni 0, Ghirri 168, Giammona 35, Nava 7, Pareschi 116, Tessarolo 127, Toriser 271, Zamara 6, L. Zambon 133, M. Zambon 38; all. Forastieri.
 
Nel panorama milanese di serie A femminile della stagione 1971/72 ci furono addirittura tre società, grazie alla promozione nella massima categoria dell’Elettrocondutture, allenata da Giovanni Assante, che così si prese una bella rivincita nei confronti della Standa che lo aveva sostituito.
Pertanto in quella stagione ci furono ben sei derby, anche se quelli veramente sentiti dai tifosi restarono gli scontri tra Standa e Geas, poiché nonostante l'Elettrocondutture annoverasse due giovani di talento, ma ancora immature come Mina Fiorio e Madi Vaghi, il restante roster non aveva la caratura per essere competitivo nella massima serie ed infatti retrocesse.
Il Geas continuò a rafforzarsi ingaggiando due ottimi acquisti: Rosetta Bozzolo e Barbara Costa, entrambe provenienti dal Vicenza, giunto secondo, che presero il posto di Grisotto e Pelle, a fine carriera. 
La Standa sostituì in panchina Romano Forastieri (diventato responsabile del settore giovanile del Geas) con Milan Vasojevic, ripresentò in formazione la veterana Marisa Geroni dopo due anni di assenza, ingaggiò la giovane triestina Licia Apostoli ma perse la fromboliera Licia Toriser che preferì stare ferma un anno e per poi trasferirsi al Geas.
Quindi il Geas non solo si rafforzò (nell'organico e nello staff tecnico) ma indebolì anche le due acerrime squadre rivali.
I risultati dei sei derby furono: 
Geas 102 – Elettrocondutture 39
Standa 98 – Elettrocondutture 21
Geas 49 – Standa 39
Elettrocondutture 42 – Geas 89
Elettroconduture 34 – Standa 89 
Standa 66 – Geas 58

Il titolo lo rivinse Sesto S.G. che terminò davanti alla Standa, staccata di due soli punti. Le milanesi restarono agganciate alla vetta grazie soprattutto alla strepitosa loro capitana Fiorella Alderighi che vinse il titolo di miglior tiratrice del campionato.

Questi i punti segnati dalle giocatrici delle tre squadre milanesi:

- Eletrocondutture: Benedetti 42, Cerottini 205, Fiorio 37, Labanti 122, Liuzzi 33, Mora 32, Pellegrini 9, Pisati 182, Ruffini 55, Sala 116, Vaghi 72, all. Giovanni Assante

- Geas S.S.G.: Agostinelli 164, Bocchi 333, Bognolo 92, Bordon 189, Bozzolo 263, Costa 200,  Colavizza 144, Dalla Longa 155, Lesica 20, Teoldi 2, Tomasoni 108, Tonelli 0, all. Trevisan.

Standa: Alderighi F. 406, Apostoli 72, De Luca 2, Geroni 208, Ghirri 245, Giammona 39, Nava 7, Pareschi 154, Tessarolo 203, Toriser 271, Zamara 6, L. Zambon 82, M. Zambon 43, all. Vasojevic.

Una palla contesa tra (da sinistra) Barbara Costa, Marisa Geroni, Paola Dalla Longa e Luisa Zambon nel derby al PalaLido vinto dalla Standa 66-58

Mabel Bocchi a canestro nel derby 1972 contro l'Elettrocondutture Milano giocato a Sesto S.Giovanni

La formazione dell'Elettrocondutture Milano, promossa alla Serie A 1971/72