Benvenuto nel nostro museo "virtuale" dedicato alle gloriose società di pallacanestro di Milano... e non solo.
Entra nella storia, viaggia nel tempo e scopri le squadre e i giocatori che hanno fatto grande il nostro sport.

Olimpia


La Coppa Campioni 1990

L'Olimpia Milano tornò nella più importante competizione in campo europeo dopo aver conquistato il suo 24simo scudetto nella concitata finale livornese. Lo staff tecnico ancora capeggiato da Franco Casalini e coadiuvato da Pippo Faina, avrebbe voluto tornare all'assetto tecnico dell'era precedente, sostituendo un'ala piccola come King con un altro lungo, ma la prima scelta, caduta sull'esperto Marc Iavaroni fu alquanto sfortunata. L'ala-pivot ex-Brescia e Philadelphia si infortunò alla prima giornata di campionato e al suo posto il club biancorosso dovette rimediare sul 'figliol prodigo' Earl Cureton, a sette anni di distanza dalla sua fuga.

Milano, nonostante un solo anno di assenza dal bis del 1987 e 1988 non fu ammessa direttamente agli ottavi di finale come accadde a Barcellona, Limoges, Aris, Maccabi e ai campioni in carica della Jugoplastika Spalato.

Turno Preliminare
Il primo round ad eliminazione diretta ebbe luogo pochi giorni dopo l'inizio del campionato di serie A, ovvero in piena emergenza per la Philips a causa dell'infortunio a Iavaroni dopo soli cinque minuti dalla palla-a-due della sfida interna con Firenze. L'avversario però non rappresentò un ostacolo insormontabile: i campioni portoghesi del Benfica, pur forti del naturalizzato Jean Jacques Conceiçao, lasciarono libero sfogo all'attacco milanese. La nuova liaison con Antonello Riva (giunto in estate al posto del partente Premier) e Bob McAdoo funzionò a pieno regime, con l'ex-canturino autore di 33 punti all'andata e 21 al ritorno, mentre "l'Uomo di Greensboro" ne segnò 28 a Lisbona e dopo i 16 punti lasciò spazio ai giovani rincalzi (Pittis 18) nella prima partita della stagione al PalaTrussardi.

Gara di Andata (28-09-1989)
SL Benfica Lisboa - Philips Olimpia Milano 99-112 (49-55)

Benfica: C.Lisboa, Conceiçao 36, C.Freire 15, Plowden 4, Madaleno 6, Albuquerque 14, J.Flowers 24, Miranda ne, F.Ferreira ne, Leira ne;
Philips Milano: Meneghin 5, McAdoo 28, Aldi 17, D’Antoni ne, Pittis 15, M.Anchisi 2, A.Riva 33, Montecchi 12, Chiodini ne, Governa ne.

Gara di Ritorno (05-10-1989)
Philips Olimpia Milano - SL Benfica Lisboa 92-73 (46-34)

Philips Milano: Aldi 7, Pittis 18, D’Antoni, Governa 6, Meneghin 8, A.Riva 21, Montecchi 16, McAdoo 16;
Benfica: F.Ferreira 2, C.Lisboa 6, Leiria 2, Conceiçao 10, C.Freire 2, Plowden 12, Madaleno 2, Albuquerque 10, J.Flowers 27.

Ottavi di Finale
Anche per il turno che metteva in palio l'accesso al girone dei quarti di finale, l'Olimpia decise di fare a meno dell'innesto dello straniero di ricambio, considerando la sfida agli inglesi del Reading non a rischio eliminazione. La maggiore preoccupazione fu lo smaltimento dello stress dopo aver disputato solo quattro giorni prima il McDonald's Open con i Denver Nuggets, Barcellona e Spalato. La gara di andata in Inghilterra fu 'defatigante', chiusa a percentuali e bottini che esaltarono, oltre a Riva e McAdoo anche Montecchi e Pittis più inclini a inizio stagione ai ritmi forsennati del contropiede milanese. Il ritorno fu addirittura più produttivo con quella che ai tempi fu il secondo punteggio più alto della storia dell'Olimpia nelle coppe europee; coach Casalini concesse l'esordio europeo anche ai giovani Matteo Anchisi (il terzo play della rosa) e Alessandro Chiodini.

Gara di Andata (26-10-1989)
Bracknell Tigers BC - Philips Olimpia Milano 95-115 (43-53)

Bracknell: P.James 14, Scantlebury 15, D.Roberts 22, Balogun 11, Seaman 15, Hayles 15, Bett 3;
Philips Milano: D’Antoni 10, A.Riva 29, McAdoo 30, Pittis 18, Aldi 8, Montecchi 20, M.Anchisi, Governa, Chiodini, Meneghin ne.

Gara di Ritorno (02-11-1989)
Philips Olimpia Milano - Bracknell Tigers BC 126-103 (60-47)

Philips Milano: Chiodini 4, Aldi 18, Pittis 21, D’Antoni 11, Governa 2, M.Anchisi, Meneghin 8, A.Riva 24, Montecchi 20, McAdoo 19. 
Bracknell: Hayles 7, P.James 23, Bett 6, Scantlebury 19, Richards 3, Roberts 9, Balogun 19, Seaman 17.

Quarti di Finale
Oltre alle già citate cinque favorite e all'Olimpia Milano nel girone all'italiana dei quarti di finale furono ammessi anche i polacchi del Lech Poznan e gli olandesi del Den Elder, che sfidarono in casa i milanesi nella prima giornata. L'obiettivo di rientrare nelle prime quattro e accedere alle FinalFour di Saragozza, fu considerato ben presto un miraggio: le sconfitte alla seconda (in casa con Spalato) e terza (a Salonicco) giornata costrinsero l'Olimpia a cercare invano un colpaccio per ripristinare un bilancio sufficiente. la vittoria di un solo punto alla quinta giornata con il Barcellona fu un'iniezione di fiducia i cui effetti però scomparvero in chiusura del girone di andata con le sconfitte a TelAviv e in casa contro il Limoges. Nel ritorno, Milano si tolse qualche soddisfazione (battendo Aris e Maccabi) ma non andò oltre il quinto posto e un bilancio in pareggio (7 vittorie e 7 sconfitte). In questo frangente, Milano fece giocare Earl Cureton nonostante prima il declassamento dal quintetto-base e poi la sostituzione in campionato con Orlando Graham, in quanto il regolamento internazionale non ammetteva variazioni di roster. In pratica l'Olimpia da metà febbraio a fine marzo ebbe 'a libro paga' tre stranieri. 

Prima giornata di andata (07-12-1989)
BV Commodore Den Helder - Philips Olimpia Milano 81-89 (39-40)

BV Commodore: van Rootselaar 21, Duyvelshoff 4, de Waard 7, Franke 3, te Velde 12, Wingard 16, van Dinten 2, Jones 4, Cooper 12;
Philips Milano: Aldi, Pittis 12, D’Antoni 7, Meneghin 6, A.Riva 21, McAdoo 27, Cureton 7, Montecchi 9. 

Seconda giornata di andata (14-12-1989)
Philips Olimpia Milano - KK Jugoplastika Spalato 73-84 (36-45)

Philips Milano: D’Antoni 5, A.Riva 30, Pittis 20, Cureton 15, Meneghin 3, Montecchi, Aldi, M.Anchisi ne, Chiodini ne, Portaluppi ne;
Spalato: Pavicevic 2, Ivanovic 23, Kukoc 10, Radja 21, Sobin 6, Sretenovic 3, Perasovic 9, Savic 10, Tabak ne, Naglic ne.

Terza giornata di andata (04-01-1990)
AS Aris Salonicco - Philips Olimpia Milano 95-77 (51-35)

Aris: Lipiridis 1, Yannakis 23, Galis 36, Jones 15, Romanidis 10, Filippou, Doxakis, Vrankovic 9, Katsoulis ne, Vurzumis;
Philips Milano: Aldi, Pittis 4, D’Antoni 2, Cureton 8, A.Riva 27, Montecchi 13, McAdoo 23, Chiodini ne, M.Anchisi ne, Portaluppi ne; 

Quarta giornata di andata (11-01-1990)
KKS Lech Poznan - Philips Olimpia Milano 92-104 (46-52)

Lech: Baran, Garstka, Bogucki 4, Marcinkowski 6, Puc, Jechorek 21, Szafranski 4, Kijewski 25, Torgowski, Korkia ne;
Philips Milano: Aldi, Pittis 14, D’Antoni 8, Cureton 14, Meneghin 3, A.Riva 31, Montecchi 10, McAdoo 24, Chiodini ne, M.Anchisi ne.

Quinta giornata di andata (18-01-1990)
Philips Olimpia Milano - FC Barcelona 94-93 (47-44)

Philips Milano: Montecchi 2, A.Riva 32, Pittis 20, McAdoo 18, Meneghin, Cureton 6, D’Antoni 14, Aldi 2, Chiodini ne, M.Anchisi ne;
Barcelona: Solozábal 7, San Epifanio 29, Crespo 9, F.Martinez 10, Norris 20, Costa, D.Wood 18, C.Martinez, Gonzalez, Llopis ne.

Sesta giornata di andata (25-01-1990)
Maccabi Elite SC Tel-Aviv - Philips Olimpia Milano 88-76 (41-40)

Maccabi: Sims 5, Daniel 4, Mercer 6, Lippin 2, Jamchy 11, Magee 39, Cohen, Barlow 21, Bergstein ne, Katz ne;
Philips Milano: Aldi 2, Pittis 2, D’Antoni 6, Cureton 15, Meneghin 4, A.Riva 27, Montecchi, McAdoo 20, Chiodini ne, M.Anchisi ne.

Settima giornata di andata (1-02-1990)
Philips Olimpia Milano - Limoges CSP 99-104 (43-43)

Philips Milano: Aldi 8, Pittis 6, D’Antoni 9, Cureton 4, Meneghin 3, A.Riva 22, Montecchi 12, McAdoo 35, Chiodini ne, M.Anchisi ne;
Limoges: Verove, Jullien 3, Dacoury 29, M.Brooks 18, Ostrowski 17, Dancy 14, D.Collins 13, Demory 2, Vestris 8. 

Prima giornata di ritorno (8-02-1990)
Philips Olimpia Milano - BV Commodore Den Helder 104-87 (57-33)

Philips Milano; Aldi 6, Pittis 16, D’Antoni 5, Cureton 8, Meneghin 8, A.Riva 34, Montecchi 8, McAdoo 19, Chiodini, M.Anchisi;
BV Commodore: van Rootselaar 4, Duyvelshoff 4, de Waard 6, Franke 10, te Velde 14, Wingard 4, van Dinten 5, Jones 18, Lagrand 5, Cooper 17.

Seconda giornata di ritorno (22-02-1990)
KK Jugoplastika Spalato - Philips Olimpia Milano 95-89 (48-47)

Spalato: Sretenovic, Perasovic 11, Pavicevic 7, Kukoc 32, Sobin 9, Ivanovic, Savic 8, Radja 18, Tabak ne, Naglic ne;
Philips Milano: Aldi 2, Pittis 14,  D’Antoni 7, Cureton 3, Meneghin 12, A.Riva 22, Montecchi 4, McAdoo 25, Chiodini ne, M.Anchisi ne.

Terza giornata di ritorno (01-03-1990)
Philips Olimpia Milano - AS Aris Salonicco 100-92 (39-48)

Philips Milano: Chiodini, Aldi, Pittis 10, D’Antoni 2, Cureton 3, M.Anchisi, Meneghin 5, A.Riva 34, Montecchi 15, McAdoo 31;
Aris: Lipiridis, Yannakis 10, Galis 48, M.Jones 21, Romanidis, Baltagis, Filippou 2, Katsoulis 4, Doxakis, Vrankovic 7. 

Quarta giornata di ritorno (08-03-1990)
Philips Olimpia Milano - KKS Lech Poznan 99-82 (43-33)

Philips Milano: Chiodini, Aldi 9, Pittis 4, D’Antoni, Cureton 14, M.Anchisi 4, Meneghin 7, A.Riva 20, Montecchi 6, McAdoo 35;
Lech: Korkia 3, Baran, Bogucki 7, Marcinkowski 11, Puc, Jechorek 16, Szafranski, Kijewski 14, Torgowski 31;

Quinta giornata di ritorno (15-03-1990)
FC Barcelona - Philips Olimpia Milano 97-85 (49-49)

Barcelona: Solozabal 24, Crespo 10, Jimenez 8, D.Wood 9, Norris 12, Costa 17, F.Martinez 13, Llopis, C.Martínez 4, L.Gonzalez ne;
Philips Milano: D’Antoni 3, A.Riva 33, Pittis 5, McAdoo 29, Meneghin 4, Cureton, Aldi 2, Montecchi 9, Chiodini ne, M.Anchisi ne.

Sesta giornata di ritorno (22-03-1990)
Philips Olimpia Milano - Maccabi Tel-Aviv 106-104 (61-53)

Philips Milano: Aldi 15, Pittis 10, D’Antoni 3, M.Anchisi, Meneghin 6, A.Riva 27, Montecchi 3, McAdoo 42, Chiodini ne, P.Alberti ne;
Maccabi: Sims 17, Daniel 6, Mercer 14, Lippin 12, Katz 2, Jamchy 29, Cohen 16, Barlow 8, Bergstein ne, Berditchev ne.

Settima giornata di ritorno (29-03-1990)
Limoges CSP - Philips Olimpia Milano 85-76 (43-34)

Limoges: Jullien 12, Ninet, M.Brooks 11, Ostrowski 19, Dancy 12, Collins 1, Demory 5, Vestris 8, Setier, Verove ne;
Philips Milano: Aldi, Pittis 7, D’Antoni 13, Cureton 2, M.Anchisi 3, Meneghin 14, A.Riva 17, Montecchi 7, McAdoo 13, Chiodini.


Classifica
Barcellona 12v-2p; Spalato 11v-3p; Limoges 10v-4p; Aris Salonicco 8v-6p; Philips Milano 7v-7p; Maccabi Tel Aviv 6v-8p; Den Helder 2v-12p; Poznan 0v-14p.


Alle Final Four di Saragozza, le due favorite Barcellona e Spalato ebbero la meglio con un punteggio quasi simile (104-83 dei catalani sull'Aris Salonicco con 24 punti di San Epifanio e 101-83 della Jugoplastika sul Limoges). Come alle semifinali dell'edizione precedente a Monaco di Baviera, i croati non diedero scampo al Barcellona, conquistando il secondo di un fantastico trittico di coppe dei campioni vinto dal nucleo formato da Ivanovic, Perasovic, Radja, Kucoc, Savic e gestito al meglio da Bozidar Maljkovic. Nonostante una così grande somma di talenti offensivi, la Jugoplastika guadagnò il successo soprattutto grazie ad una straordinaria applicazione difensiva. Soltanto in un frangente nel secondo tempo il Barcellona riuscì a trovare una chiave d'ingresso con Audie Norris, passando addirittura in vantaggio (59-61) al 34simo. Nei sette minuti finali però ai blaugrana furono concessi solo un canestro dell'ex-livornese David Wood e due tiri liberi di Epifanio; per il resto fu un dominio totale di Kukoc (20 punti con 3/5 da tre) e della difesa che in totale costrinse il Barça al 21/41 da due e 1/12 da tre. La stessa finale si sarebbe poi riproposta l'anno successivo a Parigi... con il medesimo epilogo.

Finale 1°-2° Posto - 19 aprile 1990 @ Pabellon 'Principe Felipe' a Saragozza

KK Jugoplastika Split - FC Barcelona 72-67 (40-36)
Split (coach: Maljkovic): Sretenovic 5, Ivanovic 12, Perasovic 12, Radja 12, Sobin 7, Pavicevic, Kukoc 20, Tabak, Savic 4, Naumoski ne.
Barcelona (coach: García Reneses): Solozabal 5, San Epifanio 10, Jimenez 8, D.Wood 12, Norris 18, Costa 3, Crespo 5, F.Martinez 6, C.Martínez ne, Llopis ne. 

Locandina delle Final Four della Coppa Campioni 1990 a Saragozza (fonte www.lacasadelbaloncesto.es)