In questa sezione del museo puoi ripercorrere la storia del basket italiano dalle origini.

Storia


Le Nazionali giovanili maschili

Ricevere una convocazione per una selezione nazionale giovanile dava molta soddisfazione perché significava che il lavoro quotidiano che si faceva nel propri club era stato notato ed apprezzato anche a Roma, in Federazione. Permetteva di conoscere i migliori pari età e confrontarsi con loro, rimettendosi in discussione in un nuovo gruppo e con nuovi metodi di allenamento.

Tutti i convocati in genere erano i leader della propria squadra, mentre in Nazionale dovevano imparare ad accettare di svolgere un lavoro magari secondario nel gruppo che si stava formando. Per i giovani panchinari di serie A giocare nelle Nazionali giovanili era invece un'importante opportunità per riprendere di nuovo dimestichezza con le partite.

I raduni si svolgevano solitamente il lunedì e martedì in una località dell’Italia centrale. Appena terminata la partita domenicale di campionato si prendeva il treno per raggiungere il prima possibile la sede del raduno.

Lunedì l’allenatore federale faceva svolgere due allenamenti e il martedì solitamente uno la mattina, poi subito in stazione per tornare a disposizione delle proprie squadre o per partecipare ad una trasferta di Coppa. La gioventù e l’entusiasmo cancellavano ogni sintomo di stanchezza.

Comportarsi in modo irreprensibile era la regola. Per molti ragazzi la Nazionale giovanile ha rappresentato un'esperienza stimolante, formativa e molto spesso gratificante: per alcuni il ritiro con la nazionale giovanile è stata la prima vera esperienza di vita in gruppo 24 ore su 24. Per altri, partecipare ad una manifestazione internazionale, ha coinciso addirittura con il primo soggiorno all'estero.

Dalla Nazionali giovanili sono iniziate molte carriere che si cono concluse poi in Serie A oppure nalla Nazionale maggiore. Questa era la speranza di tanti azzurrini.

In questa sezione riportiamo alcune formazioni nazionali giovanili maschili segnalando, quando possibile, i giocatori "milanesi".

Nazionale Italiana juniores del 1955 in Svizzera. In piedi: Otello Formigli (all.), Rocchi, Andreo, Sarti, Nardi , Motto. Accosciati: Pieri, Zoglia, Conti, Flutti, Volpini.

1959. Tournèe della Nazionale Giovanile in Grecia e Turchia. Si riconoscono Cescutti (Simmenthal ), Donati, Borghettti, Pellanera, Vittori (Simmenthal), Cosmelli, Bufalini, Bertini (Simmenthal), Mauri,Vianello, Paratore (all.), Primo(vice), ?,?.  

1962, Formazione della Nazionale Giovanile: Masini Simmenthal), Albanese, Zuliani, Longhi ( Simmenthal), Cempini, L.Ongaro ( Simmenthal), Pulin, Villetti, Cosmelli, Natalini, Staffa e Zuccheri (Cap.)

1964: Campionato Europeo Juniores  a Napoli, la nostra rappresentativa ha vinto la medaglia di bronzo arivando dietro l'Unione Sovietica e la Francia.

1964, il quintetto base juniores composto da Bergonzoni, Jessi, Bisesi, Pulin, Ossola con l’allenatore Primo

1964 Campionato Europeo Juniores  a Napoli. Pulin, Galbiati, Jessi, Recalcati, Castronovo, Bergonzoni, Ossola, R. Gergati, Bisesi, Ceper, Pozzecco, Bovone

Nazionale Italiana maschile giovanile: Roberto Gergati, ?, Zanatta (All'Onestà), Meneghin, Buzzavo, Tiraboschi, Paratore (all.), ?,?,?,?,?,?

Nazionale Italiana Juniores maschile del 1969, vincitrice a Mannheim. Si riconoscono Bianchi, Malagoli, Serafini, Rizzi, Xausa, Della Fiori, Papetti (Simmenthal), Ferracini (Simmenthal), Garzelli, Aspidi, Caglieris, Castro, Vascellari, Bertuol. All. Primo.

Atene 1970: Campionato Europeo Junores. La nazionale giunta terza ma poi classificata seconda per squalifica della Grecia che aveva giocatori fuori età. Primo (all.), Della Fiori, Paleari (Simmenthal), Trevisan, Bianchi (Simmenthal), Flebus, Serafini, Ferracini (Simmenthal), Papetti (Simmenthal), dr. Borghetti, Mister, Caglieris, Labate, Marzorati Gurerrieri (vice), Malagoli.

Formazione Italiana under 16 Cadetti in occasione degli Europei nel 1971 Medaglia d'Argento. Si riconoscono: Carlo Cerioni (all), Villalta, Giroldi, Florio, Furlan L., Mascellaro, Borlenghi, Vecchiatto, Beretta. Accosciati Crespi (mass) , Benatti, Giusti, Anconetani, Ferrario, Crisafulli, Gorghetto. 

Formazione Italiana under 16 Cadetti in occasione degli Europei nel 1971 Medaglia d'Argento. Si riconoscono: Borlenghi, Vecchiato, Villalta, Gorghetto ,Mascellaro, Ferrario, Furlan, Giroldi, Cerioni (all). Accosciati: Crisafulli, Anconetani, Giusti, Benatti, Crespi (mass.)

1970: Madrid, Nazionale Italiana Juniores maschile vincitrice della Coppa Latina. Si riconoscono Malagoli, Papetti (Simmenthal), Ferracini (Simmenthal), Serafini, Della Fiori, Paleari (Simmenthal), Damian, Flebus, Caglieris, Marzorati, Riva, Trevisan.

Nazuionale Italiana Juoniores 1971: Guerrieri (allenatore), Borghetti (medico), x, x, Rizzi, Villalta, x, Mascellaro, Tombolato, Cerioni (vice), Nini Ardito (arbitro), x. x. x. Benatti, Scodavolpe

Nazionale Italiana Juniores 1972: In piedi si riconoscono Dido Guerrieri, Giroldi, Beretta, Iacuzzo, Zaccarelli, Grasselli, Sgarzi, Bianchi, Violante, Paviotti, Cerioni.In basso: Borghetti, Savio, Gergati, Filoni, Ballabio, Molina, Zonta, Rafanelli e Crispi.

Nazionale Italiana Juniores maschile 1975: Si riconoscono Mentasti, Fioretti, Cortellini (Mobilquattro), Antonucci (Mobilquattro), Fioretti, Solfrini, Fabbricatore (Cinzano), Dino Boselli (Cinzano), Franco Boselli (Cinzano), Maggiotto (Mobilquattro). Sul fondo la nazionale Russa.

Nazionale Italiana Juniores maschile 1981: Si riconoscono Gamba (all), Sbaragli, Sala, Carera, Binelli, Pessina, Bosa, Cattaneo (Mass), Faina (Vice all), Grillo (medico). Accosciati Visigalli, Morandotti, Paci, Romano, Nobile, Marino, Ragazzi, Montecchi,

Nazionale Italiana minibasket a Orvieto nel 1983 con Emilio Tricerri.

Nazionale Italiana Cadetti maschile 1983: Si riconoscono Faina (vice), Morandotti, Pignolo, Del Buono, Gatti, Minto, Nobile, Capotosti (mass.), dr. Senzameno, Blasone (all.) Longo, Zucchermaglio, Capone, Paci, Gianella, Cocchia, Citro.

Nazionale Italiana maschile giovanile