In questa sezione del museo puoi ripercorrere la storia del basket italiano dalle origini.

Storia


Il Trofeo Lido delle Rose

Non si può cominciare questa narrazione se non dal più antico torneo estivo di basket d’Europa e forse del mondo, il Trofeo Lido delle Rose, che si disputa ancora oggi a Roseto dal lontano 1945.

Inizialmente lo giocavano all'aperto sulla terra battuta e senza spogliatoi e docce. I giocatori a fine partita per lavarsi facevano il bagno in mare.

Aldo Giordani, il massimo giornalista specializzato dell'epoca, lo ha definito il "torneissimo" per l' importanza che ha assunto grazie alla caratura delle squadre partecipanti.

Nell'albo d'oro del torneo, ora dedicato all'indimenticato campione rosetano d.o.c. Remo Maggetti, figurano, oltre alla Pallacanestro Napoli vincitrice della prima edizione, la Gira di Bologna per ben cinque volte, la Borletti nel 1954, il Simmenthal nel 1957; e poi Cantù, l'Ignis Varese, l'Olimpia Lubiana di Cosic, l'Armata Rossa di Sergei Belov, le Nazionale di Romania, Brasile e Cecoslovacchia oltre a quella Italiana, le compagini estive di giocatori statunitensi in cerca di contratto, allenate da Jim Mc Gregor e tante altre che hanno completano il cast in 70 edizioni del torneo.

Trofeo delle Rose: il Gira con l'americano Jimmy Strong nello " spogliatoio" nel 1951. Si notano i bambini che sbirciano dietro la parete di canne. Si riconosce Giancarlo Primo, in seguito ct della nostra Nazionale, con il n° 3.

Sandro Gamba, futuro coach della nazionale con il Borletti, nell'edizione del Trofeo delle Rose del 1952.

George Bon Salle, occhialuto straniero del Simmenthal, vincitore del Torneo delle Rose nel 1957.