In questa sezione del museo puoi ripercorrere la storia del basket italiano dalle origini.

Storia


La nazionale femminile dal 1938 al 1957

 

Nel 1938  la selezione Nazionale femminile Italiana vinse per differenza canestri i Campionati Europei tenuti a Roma, battendo in un torneo la Francia 34-18, la Polonia 27-19, la Svizzera 58-8 e perdendo contro la Lituania 23-21.

Fu fatto in otto anni un lavoro straordinario che ribaltò il rapporto di forza con la Nazionale Transalpina e ci fece raggiungere un traguardo eccezionale.

Formazione della Nazionale Italiana Campione d’Europa 1938: Bruna Bertolini, Nerina Bertolini, Giovanna Bortolato (Cap), Elsa Cenci, Vittoria Ceriana, Anita Falcidiero,  Anna Maria Giotto, Pia Punter, Flaminia Theodoli, Piera Verri, Maria Luisa Domenichini (riserva).All. Silvio Longhi

Lituania 23 - Italia 21: Bertolini B. 3, Bertolini N. 4, Bortolato 8, Giotto 3, Punter 3.

Polonia 19 - Italia 27: Bertolini B. 1, Bertolini N. 2, Bortolato 7, Ceriana 3, Giotto 3, Punter 4, Thedoli 5, Verri 2.

Svizzera 8 - Italia 59: Bertolini B. 8, Bertolini N. 6, Bortolato 4, Cenci 2, Falcidiero 10, Giotto 8, Punter 4, Theodoli 12, Verri 5.

Francia 18 - Italia 34: Bertolini B. 1, Bertolini N. 4, Bortolato 3, Ceriana 2,Falcidiero 1, Punter 2, Theodoli 4, Verri 3.

L'attività della nazionale durante la guerra fu praticamente inesistente, gli annali riportano solamente un incontro ufficiale a Genova contro l'Ungheria nel 1942. Il c.t. era Emilio Giassetti, già tre volte campione d'italia con la Ginnastica Triestina e con il Borletti nel '37, che aveva partecipato ai Campionati Europei del '35 ed alle Olimpiadi del '36 con gli Azzurri.

Ungheria 18- Italia 27: Alfieri, Benevolo 10 Cenci 5, Jermanus 2, Punter 1, Rusconi, Secchi, Spadoni 2, Vaccaro 2, Villa 2, all. Emilio Giassetti

Enrico Garbosi, ex campione d'Italia con la Reyer Venezia, fu nominato c.t. della Nazionale e cominciò a fare le selezioni. Nel 1948 a Parigi fummo sconfitti in una partita amichevole dalle francesi. Francia 35- Italia 22.  Nel 1949 nella rivincita diputata a Modena prendemmo un'altra paga. Francia 30 - Italia 12. 

Ai Campionati Europei del 1950 a Budapest, vinti dallo squadrone dell' URSS,  giungemmo al quinto posto con il rammarico di aver perso l'occasione di sconfiggere l'Ungheria che era alla nostra portata, dopo i seguenti risultati. Notevole era ancora il gap nei confronti dell'Urss che ci superò di 49 punti. Per onor di cronaca, Francesca Cipriani sposò nel 1953 Aldo Giordani, l'insuperato telecronista del basket e capostipite di tutti i giornalisti di pallacanestro. La coppia donò all'Italia sportiva la campionessa Olimpionica di sci alpino Claudia Giordani.

Olanda 17- Italia 71: Bertea 4, Branzoni 4, Buttini, Caciolli 13, Cipriani 7, Folliero 4, Giamporcaro 8, Pierucci 8, Ronchetti F., Ronchetti L. 10, Rozzo 2, Tommasini 11. All. Garbosi.

Cecoslovacchia 40 - Italia 34: Bertea, Brazoni, Buttini 4, Caciolli 1, Cipriani 5, Folliero 4, Guidi, Pierucci 8, Ronchetti F., Ronchetti L. 12, Rozzo, Tommasini. all. Garbosi.

Svizzera 18 - Italia 61: Bertea 2, Bradamante 9, Barzoni, Cipriani 5, Folliero 11, Gimporcaro 4, Guidi 4, Pierucci 6, Ronchetti F. , Ronchetti L. 7, Rozzo, Tommasini,all. Garbosi.

Polonia 20 - Italia 39: Bertea 6, Bradamante 1, Branzoni, Buttini, Caciolli 4, Cipriani 3, Folliero 1, Pierucci 3, Ronchetti F., Ronchetti L. 8, Rozzo 1, Tommasini 12, all. Garbosi.

Ungheria 29 - Italia 28: Bertea, Bradamante, Branzoni, Buttini 3, Caciolli, Cipriani 7, Giamporcaro, Pierucci, Ronchetti F. 1, Ronchetti L. 9, Rozzo 2, Tommasini 6, all. Garbosi

URSS 65 - Italia 16: Bertea 5, Branzoni 1, Buttini, Caciolli, Cipriani, Giamporcaro1, Guidi, Pierucci 4, Ronchetti.F., Ronchetti.L. 4, Rozzo 1, Tommassini, all. Garbosi.

Francia 63 - Italia 51: Cipriani 8, Ronchetti F.1, Ronchetti L. 11, Bertea 4, Caciolli 1, Buttini 2, Tommasini 7, Pierucci 10, Rozzo 2, Branzoni 3, Guidi 2, Giamporcaro, Bradamante, all. Garbosi.

La migliore delle Azzurre fu Lilly Ronchetti della Comense, una vera macchina da punti per l'epoca. A Lilly, precocemente scomparsa la FIBA intitolò la Coppa delle Coppe che per tante edizioni si chiamò Coppa Ronchetti. 

Il c.t. Rico Garbosi  programmò poi un intenso calendario di amichevoli in preparazione ai Campionati Europei successivi: 1951 Bruxelles: Belgio 41- Italia 54, Bari; Italia 45 - Nizza: Italia 47 - Olanda 32 , Italia 41- Belgio 40, Italia 25 - Austria 18, Italia 49 - Svizzera 19 e Francia 44 - Italia 38, 1952 Bordeaux: Francia 56- Italia 41: Bologna: Italia 56 - Belgio 29.

Ai campionati Europei del 1952  in Unione Sovietica, le Azzurre, allenate da Enrico Garbosi, fecero un passo indietro ed arrivarono al sesto posto, l'Ungheria ci seppellì di canestri per esempio, conseguendo  i seguenti risultati. Scontata fu la vittoria finale della Urss.

Ungheria 58 - Italia 18: Baitz 2, Bradamante 1, Buttini 4, Caciolli 1, Pasquali 4, Ronchetti F. 2, Ronchetti L. 2, Rozzo, Santoro 4, Serpelon, Tmmasini, Zupancich,

Austria 24 - Italia 51: Baitz 1, Bradamante 14, Buttini 8, Caciolli 7, Pasquali 4,  Ronchetti F. 2, Ronchetti L. 2, Rozzo, Santoro 4, Sommi, Tommasini, Zupancich. 

Finlandia 28 - Italia 60: Baitz 1, Bradamante 14, Buttini 8, Caciolli 2, Neri 2, Ronchetti F. 2, Ronchetti L. 14, Rozzo 3, Serpelon 3, Sommi 3, Tommasini 8, Zupancuch .

Polonia 42 - Italia 35: ​Baitz 13, Bradamante 11, Buttini 2, Caciolli, Pasquali 2, Ronchetti F.,  Ronchetti L. 3, Rozzo 4, Santoro, Serpelon, Sommi, Tommasini.

Bulgaria 50 - Italia 45: Baitz, Bradamante 5, Buttini 9, Caciolli, Neri 4, Pasquali 7, Ronchetti F. 8, Ronchetti L. 8, Rozzo, Santoro 2, Serpelon, Tommasini 2. 

Oltre alla solita Lilly ben figurò il pivot Bradamante della Bernocchi Legnano.

Il c.t. Garbosi alcuni incontri amichevoli con lo scopo di visionare nuove giocatrici in previsione del successivi Campionati Europei: 1953 Bruxelles: Belgio 41 - Italia 43; Belgrado: Belgio 38 - Italia 49, Austria 22- Italia 69, Svizzera 26 - Italia 72, Jugoslavia 45 - Italia 43. 

Rico Garbosi che contemporaneamente alla Nazionale Femminile allenava anche la Comense femminile con la quale nel frattempo vinse quattro scudetti tricolori, passò ad allenare la squadra maschile di Varese e lasciò l'incarico da c.t. al coach romano  Francesco Ferrero che sostituì anche Tracuzzi nella maschile.

Il nuovo c.t. debuttò con una vittoria sofferta in una amichevole, 1954 Napoli: Italia 51 - Belgio 50 e dovette subito cimentarsi con partite che contavano.

Nel 1954 ai Campionati Europei  di Belgrado che sono stati vinti ancora dalla URSS;  la  nostra compagine fu molto sfortunata e giunse settima dopo le seguenti partite. 

Ungheria 50 - Italia 52: Baitz, Bradamante, Buttini, Donda 13, Formaggio, Franchini 12, Ortobelli 2, Ronchetti L. 13, Rossi, Santoro, Tommasini 8, Vendrame 4.

Francia 51 - Italia 41: Baitz 1, Bradamante, Buttini 2. Rossi, Donda 8. Formaggio 2, Franchini 20, Ortobelli 2, Ronchetti 8, Santoro, Tommasini, Vendrame.

Austria 20 - Italia 38: Baitz, Bradamante 9, Buttini 5, Rossi 4, Formaggio 1, Franchini, Ortobelli 2, Ronchetti 4, Santoro  4, Tommasini 7, Vendrame. 

Danimarca 34 - Italia 34: Baitz 2, Bradamante, Buttini 4, Donda 8, Formaggio, Franchini 14, Ortobelli 4, Ronchetti 17, Rossi, Santoro, Tommasini 8. 

Austria 24 - Italia 73: Baitz, Bradamante, Buttini 1, Donda 12, Formaggio 4, Franchini 13, Ortobelli 3, Ronchetti 27, Rossi 2. Santoro 5, Tommasini 3, Vendrame.

Germania Occ. 35 - Italia 60: Baitz 2, Bradamante 7, Buttini 2, Donda 5, Formaggio 1, Franchini 16, Linari, Ortobelli, Ronchetti 21, Santoro, Tommasini 2, Vendrame 4.

Fummo infatti eliminati dalle finali per la differenza canestri e Ferrero lasciò l'incarico. Le nostre migliori furono Ornella Donda del Torino, Anna Franchini del Faenza che si aggiudicò più volte la classifica marcacori del nostro campionato e la solita Ronchetti.  

Nello Paratore, nato al Cairo, coach che aveva condotto nel 149 la Nazionale Egiziana alla conquista del tittolo europeo, mise in calendario alcune partite amichevoli: 1955 Pavia, Francia 43 - Italia 50; 1956 Vienna, Italia 54 - Austria 34, Praga: Cecoslovacchia 88 - Italia 49 e Bratislava: Cecoslovacchia 55 - Italia 44. 

Nella succesiva edizione dei Campionati Europei svoltasi nel 1956 a Praga e vinti come al solito dalla URSS, le Azzurre, si piazzarono al sesto posto. Paratore ebbe il merito di selezionare giovani talentuose che scrissero poi la storia della pallacanestro femminile italiana negli anni '60 e '70. Ci riferiamo soprattutto a Nidia Pausiche Nicoletta Persi che a nostro giudizio furono le prime nostre professioniste poichè seppero sciegliere le squadre dove giocare in base a ottimi progetti sportivi ben coperti finanziariamente. Così facendo raccolsero una cappellata di scudetti e poterono dedicarsi al 100% alla pallacanestro.

Scozia 32 - Italia 91: Bradamante 11, Cobelli 5, Donda, Formaggio 3, Gentilin 6, Mapelli, Pasquali, Pausich 7, Persi 7, Ronchetti 17, Tarabocchia 14, Vendrame 6.

Cecoslovacchia 69 - Italia 42: Bradamante 4, Cobell 5, Donda 12, Formaggio 6, Gentilin 3, Pasquali 1,Pausich, Persi 2,Ronchetti 3,Sesto,Tarabocchia1, Vendrame10.

Danimarca 28 - Italia 80: Bradamante 10, Cobelli 2, Donda 6, Formaggio 2, Gentilin 11, Pasquali, Pausich 5, Ronchetti 8, Sesto 2, Tarabocchia 27, Vendrame 3.

Ungheria 62 - Italia 41.

​Polonia 50 - Italia 42: Bradamante 3, Cobelli 4, Donda 9, Formaggio, Gentilin 2, Mapelli 4, Pasquali, Pausich , Persi 2, Ronchetti 15, Tarabocchia, Vendrame 3.

URSS 92- Italia 44: Bradamante 8, Cobeli, Formaggio, Gentilin 2, Mapelli 13, Nunzi, Pasquali 1, Pausich 3, Persi 4, Sesto 1, Tarabocchia 8, Vendrame 4. 

Francia 50 - Italia 65: Bradamante 11, Cobelli 1, Formaggio 6, Gentilin 6, Mapelli 10, Nunzi, Pasquali, Pausich 7, Persi 11, Sesto, Tarabocchia 10, Vendrame 3.

Polonia 58 - Italia 43:  Bradamante 4, Cobelli, Formaggio 7, Gentilin, Mapelli 14, Nunzi, Pasquali, Pausich, Persi 12, Sesto, Tarabocchia 6, Vendrame.

Paratore dovette fare a meno della Ronchetti, infortunata, nella seconda parte del torneo. Tra le azzurre si segnalò Anna Maria Mapelli che dopo la Bernocchi Legnano approdo alla Standa Milano.

Nello Paratore guidò la nazionale femminile anche nel 1957 facendole giocare due amichevoli poi proseguì solo con la maschile, lasciando la femminile a Giancarlo Primo.1957 Torino: Italia 53 - Romania 46, Trieste: Italia 39 - Cecoslovacchia 73

La Nazionale Italina del 1955.  In piedi: Franchini, Geroni, Gentilin, Linari, Pausich,  Mapelli, Bradamante. Accosciate: Vendrame, Magris, Donda, Albonetti, Pasquali.

Nazionale Italiana di Pallacanestro femminile del 1956: Bradamante, Cobelli, Donda, Formaggio, Gentilin, Mapelli, Nunzi, Pasquali, Pausich, Persi, Ronchetti, Sesto, Tarabocchia, Vendrame. Allenatore Nello Paratore.

L’allenatore dell'Omsa Faenza Ernesto Miccoli posa con le tre nazionali faentine nel 1955 in occasione dell'incontro internazionale Italia - Austria del 3 aprile 

coach Enrico Garbosi

Coach Nello Paratore