In questa sezione del museo puoi ripercorrere alcune tappe della storia del basket milanese dalle origini.

Storia milanese


Derby n. 46 e 47: doppietta Xerox in Poule Scudetto

Le due compagini milanesi chiusero la "regular season" della stagione 1977/78 rispettivamente al quarto posto con la Xerox (con 13 vittorie e 9 sconfitte) e al sesto posto con il Cinzano dal bilancio omogeneo con 11 vittorie e 11 sconfitte. 
L'Olimpia si presentò al confronto in condizioni non ottimali per la striscia di risultati negativi, iniziata con la semifinale di Coppa Korac persa per mano del KK Bosna e proseguita nelle prime due gare della poule scudetto con Cantù e Rieti giocate entrambe in casa, ma soprattutto perchè falcidiata da infortuni importanti che colpirono D'Antoni, Bianchi, Hansen e Vecchiato, ovvero quasi tutto il quintetto-base.
Secondo i logici favori del pronostico, la Xerox di coach Guerrieri avrebbe dovuto sbarazzarsi con facilià di un gruppo di juniores rinforzato da Silvester e Ferracini con la prerogativa di tenere viva la speranza di tornare in corsa per le semifinali scudetto. Il campo però ribaltò d'abbrivio le attese: se comunque Jura non ebbe difficoltà a imperversare sottocanestro, a sorpresa i giovanissimi Dino e Franco Boselli e Francesco Anchisi tennero testa ai più esperti Rodà e Farina, inanellando contropiedi e soluzioni in 1-contro-1 che resero la gara equilibrata per tutti e 40 i minuti di gioco. Dopo aver condotto il punteggio in più di una occasione, i ragazzi di Faina continuarono a difendere efficacemente il proprio fortino, sgretolato solo nei minuti finali anche per via delle cruciali uscite per falli di Franco Boselli, Ferracini e Gallinari. L'esperienza degli uomini della Xerox fu decisiva per riemergere dal 62-69 a 6'30" dal termine, insaccando tredici tiri liberi consecutivi e blindando poi il vantaggio decisivo col duo LauriskiJura.  La coppia fu iperproduttiva (61 punti in due) ma nel finale tiratissimo fu ancora una volta l'ex-reatino, ormai divenuo uomo-derby, a risolvere con il canestro decisivo. La Xerox sbloccò la classifica, ma gli sconfitti meritarono un plauso per l'ardore gettato in una battaglia che avrebbe potuto anche volgere a loro favore. 


19/03/78 -  PALASPORT S.Siro 
Campionato di A1 - Poule scudetto girone B - Terza di andata
Xerox – Cinzano 81-80 (37-36)

Xerox: Rodà 2, Farina 10, Jura 34, Serafini, Lauriski 27, Maggiotto 6, Guidali 2, Rancati, Maccheroni ne, Pampana ne; coach Guerrieri 
Cinzano: F. Boselli 23, D. Boselli 11, Silvester 25, Ferracini 6, Anchisi 8, Friz 2, Battisti 2, Gallinari 3, Biagi ne, Campani ne; coach Faina.
Arbitri: Albanesi e Casamassima

Le vicende infelici della Poule Scudetto anche nel girone di ritorno privarono di significato il derby n.46, ovvero il quinto della stagione 1977/78; alla vigilia del turno conclusivo, il Cinzano era ancora a secco di vittorie, mentre il 107-102 della domenica precedente non fu sufficiente alla Xerox per superare la Gabetti Cantù nella corsa alle semifinali scudetto.
Entrambe erano quindi destinate alle finaline per il 5-8 posto.
In un Palasport non molto affollato , la gara prense subito una piega favorevole agi uomini di Guerrieri, schierati a zona, che già dopo cinque minuti erano avanti 19-6. I contropiedi orchestrati da Toto Rodà che, assente Mike D’Antoni, stavolta non trovò la gagliarda resistenza offerta dalle giovani guardie cinzanine nel precedente derby. I rossoblu di Faina, nonostante il recupero di Bianchi, Hansen e Vecchiato, non reagirono e il divario, chiuso il primo tempo ancora sul – 13, arrivò ad inizio ripresa a toccare i 20 punti (55-35 Xerox). 
La gara, dal basso tenore emotivo, si dipanò con errori da ambo le parti con la Xerox che comunque non corse rischi, se non il contenimento difensivo del solito Paolo Bianchi e di un Francesco Anchisi, messo in campo forse troppo tardi rispetto a quanto richiedeva la dinamica della gara. La Xerox, forte del dominio sotto le plance di un terzetto di altissimo livello con Jura, Lauriski e Serafini, chiuse la stagione più lunga dei derby milanesi con un rispettabilissimo bilancio vincente (3-2). 
Un mese dopo il campionato sancì un buon quinto posto finale per la Xerox ottenuto superando la Perugina Roma; il club si auspicava un piazzamento finale ancora migliore, ma fu sorpresa dall'escalation della Althea Rieti giunta terza pur partendo dalla A2. Il Cinzano si consolò con il settimo posto con la serie finale vinta contro la Sapori Siena

09/04/78 -  PALASPORT S.Siro 
Campionato di A1 - Poule scudetto girone B - Terza di ritorno

Cinzano - Xerox 72 -81 (35-48)
Cinzano: D. Boselli 2, F. Boselli  8, Hansen 10, Silvester 16, Vecchiato 10, Bianchi 18, Anchisi 6, Ferracini 2, Gallinari, Friz ne; coach Faina
Xerox: Rodà 11, Farina 17, Jura 25, Serafini 9, Lauriski 17, Maggiotto 2, Guidali, Maccheroni, Rancati ne, Pampana ne; coach Guerrieri
Arbitri: Pinto e Bianchi

 

Si ringrazia Mario Vignati per il fondamentale contributo

Cinzano Milano 1977-78: Anchisi, D. Boselli, Sylvester, Friz, Ferracini, Vecchiato, Hansen, Gallinari, Battisti, Bianchi (cap.), D'Antoni, F. Boselli