Persone


Ongaro Giandomenico

Giandomenico Ongaro è nato a Milano nel 1941, dove ha cominciato a giocare nel settore giovanile dell’Olimpia. Ha debuttato in serie A nel 1957 per giocarci dieci stagioni consecutive dal 1959  fino al 1968 sempre nell'Olimpia.

Giando ha fatto saltuariamente parte del quintetto base: ottimo difensore, Rubini lo ha utilizzato come sesto uomo per compiti speciali, soprattutto quando c’era da marcare stretto un avversario molto pericoloso al tiro. Questo non gli ha impedito di segnare ben 840 punti!

Forse non sarà stato un fuoriclasse, ma sicuramente, e nessuno può smentirlo, è stato un campione di utilità, modestia ed intelligenza. Mentre giocava si è anche laureato in ingegneria al Politecnico di Milano.

Con il Simmenthal ha disputato 214 partite, segnato 840 punti, vincendo ben otto scudetti (1958, 1959, 1960, 1962, 1963, 1965, 1966 e 1967) e la storica Coppa dei Campioni nel 1966.

Ha esordito in nazionale nel 1962. In maglia Azzurra vanta cinque presenze. 

Al termine della carriera agonistica si è trasferito a vivere e lavorare negli Stati Uniti,  per poi rientrare in italia nel 1995. Oggi vive a Milano.

IMMAGINI ALLEGATE

Ongaro junior nel 1958 alla mitica Forza e Coraggio, con pavimento in linoleum e  tabelloni in legno, in maglia rossa e calzoncini bianchi perché, dice: "probabilmente  ne  avevamo solo un paio, di quel colore"

Giandomenico Ongaro in maglia Simmenthal.

Ongaro in palleggio in una bellissima foto 

Ongaro contrastato dal n.4 della Oransoda Riòfrio (che venne sostituito nella stagione successiva da Burgess che mantenne il n.4 di maglia), arrivato dall'Argentina nel 1964  insieme a De Simone e a Carlos D’Aquila (oriundo). La foto è stata scattata al Palalido nella stagione 1965/66, trasmessa in diretta TV (si vede Giordani sullo sfondo).

Giandomenico Ongaro in palleggio

I Campioni d'Europa del Simmenthal nel 1966