Società


Xerox dal 1976 al 1979

Lo sponsor Xerox nel 1976/77 è subentrato alla Mobilquattro e ha cambiato i colori sociali da giallo-rossi a bianco-blue.

Caspani ha riconfermato tutta la squadra, Jura ha continuato imperturbabile a strabiliare i tifosi e ad occupare le prime pagine dei giornali.

La Xerox è arrivata al sesto posto sia nella prima fase sia nei playoff. Jura ha rivinto la classifica marcatori e dei rimbalzisti, mentre è arrivato secondo in quella delle palle recuperate e delle stoppate. Chuck nonostante fosse il leader incontrastato della squadra, il beniamino dei tifosi e forse il miglior giocatore del campionato è restato un ragazzo semplice. Amante della natura ha scelto di abitare lontano dal caos cittadino, in una villetta ad Abbiate Guazzone, con la moglie Janet ed il suo bellissimo pastore belga.

Chuck, Guidali, Farina, Beppe Gergati e Roda hanno costituito un ottimo quintetto base. Piero Gergati purtroppo si è infortunato ad un ginocchio e non ha potuto giocare.

La federazione nel 1977/78 ha concesso di far giocare un secondo giocatore straniero anche in campionato ed ha aperto la porta agli oriundi.

Guerrieri ha scelto Dante Gurioli, ex giocatore All’Onestà, come vice allenatore. I fratelli Gergati hanno cambiato squadra e sono stati rimpiazzati da Claudio Rancati e Sandro Maggiotto. La Xerox avendo una grande disponibilità economica, ha tentato di fare il salto di qualità ingaggiando Bob Lauriski, ala di due metri, dal tiro micidiale, già quarto nella classifica marcatori giocando a Rieti e Gigi Serafini, pivot della Nazionale di 2,10 metri ottimo rimbalzista e gran difensore.

La Xerox si è aggiudicata il derby ma arrivata solo quinta, davanti  ai cugini della Cinzano giunti settimi. 

Jura si è confermato capocannoniere, secondo nei rimbalzi, primo nelle palle recuperate, superando di misura un certo Mike D’Antoni, italoamericano della Cinzano. 

Come previsto, Serafini è risultato quinto nelle stoppate e Lauriski ha tenuto una media di venti punti a partita con il 52% di realizzazioni.

In coppa Korac dopo aver superato gli Austriaci del Wels, la Xerox è stata eliminata nei quarti dalla Juventud Badalona e dal Beko Belgrado.

Guerrieri a fine stagione, deluso, se ne è andato, lasciando la panchina a Dante Gurioli. Vice e preparatore atleticoè diventato Matteo Gullifa, allenatore delle giovanili e professore di educazione fisica. La squadra si è attrezzata per l’anno 1978/79 con Eligio De Rossi e Marino Zanatta, entrambi ex all’Onestà e con Mario Beretta giovane pivot per sostituire Guidali, relegato dalla presenza di Serafini.

La Xerox ha avuto la soddisfazione di vincere il derby di andata con la Billy, ma ha chiuso il campionato solo in ottava posizione. Chuck è arrivato secondo nei marcatori e nelle palle recuperate e quarto nei rimbalzi. Lauriski si è confermato buon realizzatore con 21 punti a partita. Serafini e Zanatta hanno contribuito con 10 punti di media a partita. La Xerox non ha rinnovato la sponsorizzazione e la pallacanestro Milano si è ritrovata senza lo sponsor il campionato 1979/80

IMMAGINI ALLEGATE

Bob Laurinski al tiro

Sergio Serafini

Un'immagine di Jura a colori con la maglia della Pallacanestro Xerox Milano