In questa sezione del museo puoi ripercorrere alcune tappe della storia del basket milanese dalle origini.

Storia milanese


I primi Derby milanesi: l'inizio di una tradizione

Al tempo della “palla al cesto” e poi della “palla a canestro” sono stati disputati molti derby sia nel settore maschile sia nel femminile, poiché più squadre milanesi hanno giocato contemporaneamente in serie A.

Le squadre di Milano iscritte alla massima serie prima del secondo conflitto mondiale sono state: Costanza, A.S.S.I, Internazionale, U.S. Milanese, Postetelegrafonico, Isotta Fraschini, Forza e Coraggio, Pirelli, S.C. Italia, Osa, Sciesa, Filotecnica, GUF e Borletti, nel settore maschile e Gioiasa, Canottieri, Ambrosiana in quello femminile.

Il primo derby maschile si è disputato nel 1921 al Velodromo Sempione tra i neroazzurri dell'Internazionale e l' A.S.S.I. Milano.

Le partite “stracittadine” meneghine sono state spesso determinanti per la vittoria del campionato. Nel 1922 la finale scudetto è stato un proprio un derby tra S.E.F. Costanza e A.S.S.I., vinto da quest'ultimi per 34 a 14.

Nella stagione 1939 - 40 in serie A ci furono addirittura tre squadre di Milano: il Borletti ( Paganella, Sacchi, Garavaglia, Conti E. Conti A., Pasquini, Pagani, Barbiani, Borella) che giocava in via Washington, il Pirelli che giocava nel suo centro sportivo di viale Zara ( Gatto, Otto, Orsi, Erba, Orlandi, Pizzagalli, Varisco, Gorla,Cenci) ed il G.U.F. Milano che giocava alla Forza e Coraggio. I derdy ebbero questi risultati:

G.U.F. Mi - Pirelli 27 a 38, Pirelli - Borletti 32 a 29, G.U.F. Mi - Borletti 32 a 40, ritorno Pirelli - G.U.F. Mi 15 a 19, Borletti - Pirelli 33 a 34, Borletti - G.U.F. Mi 36 a 20  Il Pirelli arrivò 3°, il Borletti 7° e il G.U.F. Mi 9° e retrocesse.

Nel settore femminile, dopo la pausa bellica, si sono ancora disputati molti derby poiché ci sono state varie squadre milanesi presenti nella massima categoria: Cral ATM, Pirelli, Standa, Chlorodont, O.Z.O., Elettrolux, Europhon, Zaiss, Elettrocondutture. Nei tempi più recenti sono stati chiamati derby anche i mitici incontri tra la Standa e il Geas di Sesto San Giovanni.

Nel settore maschile la prima gara di campionato tra compagini milanesi dopo la guerra è stata disputata a Varese nelle finali del girone nord il 20/06/1946 tra Triestina Milano Borletti Milano terminata 36-29. Adolfo Bogoncelli nel 1947 ha fuso queste due società insieme nell'Olimpia Milano che per un anno non ha disputato la massima serie. Nella stagione successiva 1946/47 si sono giocati due derby milanesi: Pirelli - Enal Vanzetti 34-33 e Enal Vanzetti - Pirelli 44-30, entrambe le squadre sono però retrocesse quell'anno.

Da allora per diciassette anni l'unica squadra milanese di vertice è stata l'Olimpia. Il suo lungimirante presidente Adolfo Bogoncelli ha intuito che per diffondere la pallacanestro sotto la “Madonnina” non bastava avere la propria squadra protagonista del campionato, ma occorreva una antagonista locale. Nel panorama cestistico milanese, oltre alla Olimpia Borletti-Simmenthal, c'erano allora in serie B il Banco Ambrosiano, la Canottieri, l'Ente Fiera , il C.U.S. Milano e la Pallacanestro Milano abbinata all'All'Onestà.

Bogoncelli ha puntato proprio su quest'ultima ed ha instaurato con la famiglia Milanaccio, proprietaria dei magazzini All'Onestà, un sodalizio di reciproca convenienza. L'Olimpia ha ha dato in prestito alla All'Onestà alcuni suoi juniores per fargli fare esperienza (Gnocchi) e ne ha ceduti altri perchè secondo Rubini non erano da “scarpette rosse “ (Lucio Ongaro, Pessina, Brega). Anche alcuni campioni sul viale del tramonto dell'Olimpia hanno terminato la loro fulgida carriera nella Pallacanestro Milano (Riky Pagani, Gamba, Galletti e Volpato). L'obiettivo è stato raggiunto nel campionato 1963/64 quando l' All'Onestà è stata promossa nella massima serie.

Derby tra U.S. Milano ed Internazionale (con la maglia nerazzurra)

Riminucci e il presidente Bogoncelli

Formazione Pallacanestro All'Onestà Milano 1963/64. In piedi da sx: Gamba, Masocco, V. Milanaccio, L. Ongaro, Pessina , Scheiola. Accosciati da sx: Gnocchi , Galletti, Brega, Morini, Biancheri. Curiosità sono gli ex Olimpia Milano: 8 Gamba, 13 L.Ongaro, 4 Pessina, 6 Scheiola, 10 Gnocchi, 7 Galletti, 9 Brega, 11 Morini.