In questa sezione del museo puoi ripercorrere alcune tappe della storia del basket milanese dalle origini.

Storia milanese


1965/66: i tre derbi 4, 5 e 6 e la prima vittoria della Pallacanestro Milano

Nella stagione 1965/66 il Trofeo Lombardia si è disputato nelle tre città, sedi delle quattro squadre lombarde di serie A: Cantù, Varese e Milano.

Le nuove norme federali consentivano di tesserare un giocatore straniero. Il torneo ha avuto molto successo sia in questa edizione che nelle successive anche perchè ha fornito l'occasione per presentare i nuovi giocatori arrivati al pubblico ed alla stampa.

La Pallacanestro Cantù, la Pallacanestro Milano, la Pallacanestro Varese e l'Olimpia Milano annoveravano rispettivamente l'argentino Riofrio e gli statunitensi Isaac, Kimball e Thoren.

Il "Principe" ha scelto Skip Thoren, un pivot classico, mentre Romano Forastieri ha preferito un giocatore versatile come Joe Isaac.

Il derby del torneo si è disputato a Varese il 7 ottobre 1965 e se lo è aggiudicato l'Olimpia, con uno scarto finale di soli tre punti, nonostante l'All'Onestà non avesse nessun giocatore sopra i due metri per contrastare il duo Thoren-Masini. La grinta di Masocco e la velocità di Isaac non potevano bastare. Forastieri e Garbosi hanno convinto Milanaccio a cercare un alto pivot italiano.

Derby n.4
Simmenthal 71: Thoren 25, Vianello 19, Iellini, Ongaro 4, Riminucci 11, Pieri 6, Longhi, Masini 2, Binda, Gnocchi 4.
All'Onestà 68: Ossola 7, Isaac 15, Bulgheroni 4, Vaccaro 10, Gatti 23, Masocco 2, Brega 2, Vescovo, Galletti 5, De Rossi.

Thoren top scorer della partita con 25 punti si è aggiudicato anche la classifica marcatori del torneo con 66, davanti ad Isaac 65 e Vianello 62.

Nei due derby di campionato è subentrato un nuovo protagonista che ha innescato la sfida nella sfida. L'All'Onestà ha infatti ingaggiato Vittorio “Ciccio” Dal Pozzo, pivot di 207 cm corpulento, ma dai buoni fondamentali, da contrapporre allo “smilzo” Skip Thoren.

Il primo scontro tra i due giganti, avvenuto il 28 novembre 1965 al Palalido, se l'è aggiudicato la “scarpetta rossa”, ma è stata una "vittoria di Pirro". difatti la Pallacanestro Milano ha vinto il suo primo derby per 73 a 71.

La differenza l'hanno fatta la sapiente regia di Aldo Ossola e i 29 punti di Joe Isaac, che sapeva tirare da nove metri con buone percentuali o ricevere la palla in post basso e sfoderare un ottimo gancio.

Derby n.5
All'Onestà 73: Vatteroni 11, Masocco 1, Galletti 2, Brega, Bulgheroni 2, Vescovo, Gatti 17, Ossola 10, Isaac 29, Dal Pozzo 2.
Simmenthal 71: Iellini, Vianello 24, Pieri 9, Masini 6, Thoren 10, Riminucci 14, Gnocchi, Longhi, Ongaro 6 , Binda 2.

Nella partita di ritorno disputata 26 febbraio 1966 al Palalido “Ciccio” ha stravinto il confronto, segnando 21 punti allo “smilzo” che ha infilato solo due palloni nel cesto.

In contrapposizione la partita l'ha vinta il Simmenthal 79 a 76, nonostante abbia dovuto fare a meno di Riminucci infortunato. Rubini, vista la scarsa vena dei suoi “lunghi”, per vincere ha utilizzato anche le seconde linee, Ongaro, Gnocchi e Binda che hanno insieme totalizzato 23 punti.

Gnocchi era un ex, per due anni ha giocato in prestito nella Pallacanestro Milano per farsi le ossa.

Gli ex dell'Olimpia trasferiti alla Pallacanestro Milano erano invece Galletti, Brega e Vescovo. Il “Principe” al posto di Riminucci ha convocato Sandro Gamba, altro ex, facendogli fare forse la sua ultima apparizione come giocatore.

L'All'Onestà è stata sconfitta nonostante le buone prestazioni di Gatti 22, Isaac 22 e Dal Pozzo 21 poichè i tiratori esterni, Vaccaro, Vatteroni e Vescovo avevano le polveri bagnate.

Derby n.6
Simmenthal 79: Iellini 9, Vianello 21, Pieri 14, Masini 8, Thoren 4, Gnocchi 13, Longhi, Ongaro 6, Binda 4, Gamba.
All'Onestà 76: Vatteroni, Masocco, Vaccaro, Galletti 4, Brega, Vescovo 1, Gatti 22, Ossola 6, Isaac 22, Dal Pozzo 21.

Skip Thoren in semi gancio

Ossola in palleggio in maglia All'Onestà

Joe Isaac con la maglia All'Onestà