Storia milanese


Coppa Italia: l'avvento delle Final Eight

Nella stagione 1999/2000 Legabasket estese il format della fase finale della Coppa Italia alle Final Eight riservate, nel loro esordio a Reggio Calabria alle prime sette classificate al termine del girone di andata del campionato di A1 più la prima della A2. Dopo questo primo esperimento il regolamento fu definitivamente modificato, qualificando le prime otto squadre di A1.

Il rapporto dell'Olimpia Milano con le Final Eight è stato controverso fino al 2016, quando il tabù fu sfatato con la vittoria al Forum di Assago contro Avellino, bissata la stagione successiva contro Sassari nella sede trasferita a Rimini.

Milano non si qualificò per ben quattro volte nelle prime cinque edizioni, e quando vi entrò nel 2003 a Forlì (con il marchio 'Pippo' sulle divise) venne subito eliminata da Cantù. Dopo i tonfi del 2005 (quando sprecò la 'testa di serie nr. 2') e 2006, l'Olimpia vinse la sua prima partita delle Final Eight nel 2007 contro Montegranaro (74-70), per poi essere eliminata in extremis dalla Virtus Bologna (85-87) in semifinale.

Anche le sette edizioni successive furono una collezione di delusioni, dalla mancata qualificazione nel 2008 e 2009, alle sconfitte al primo turno nel 2010 (55-59 contro Avellino), 2011 (84-92 ancora contro gli irpini), 2013 (74-92 contro Varese) e 2014 (80-82 contro Sassari) anche quando la manifestazione fu spostata al Forum di Assago. In questo lasso di tempo fu scritta negli annali la seconda vittoria nei quarti di finale contro la Virtus Bologna (82-77) nel'ultima edizione disputata a Torino nel 2012, seguita anche in quella occasione da una semifinale persa al minimo scarto (65-67 contro l'invincibile Siena).

Per arrivare al raggiungimento della prima finale, l'Olimpia attese fino al 2015 quando al PalaDesio si prese la rivincita contro la 'bestia nera' Avellino (60-58) e si sbarazzò  di Brindisi (76-61) per poi perdere contro Sassari (94-101) che poi fece l'accoppiata Coppa Italia+Scudetto.

Il quinto titolo di Casa Olimpia arrivò finalmente nel 2016, in un'edizione che l'EA7 non poteva più fallire: partita con ampi favori del pronostico e sul campo amico del Forum di Assago, la formazione di coach Repesa fu straripante nei primi due turni, surclassando sia Venezia (88-59) che Cremona (90-58) senza opposizione alcuna. Solo Avellino cercò di frapporsi, giocando una finale gagliarda e ricca di trappole difensive nelle quali però Rakim Sanders (MVP dell'evento) e i preziosi McLean e Macvan non caddero. La stagione milanese si concluse poi con la vittoria anche del 27simo scudetto.

Finale F8 2016 - 21 febbraio 2016 - Forum Assago

Olimpia EA7 Milano x Scandone Avellino 82-76 
— Milano: Cinciarini 10, Jenkins 8, Simon 8, Sanders 17, Magro 2, McLean 15, Lafayette 3, Cerella, Kalnietis 5, Macvan 14, A.Gentile ne, Amato ne; coach Repesa
- Avellino: Green 1, Acker 9, Nunnally 25, Leunen 3, Cervi 8, Ragland 8, Pini 4, Buva 13, Veikalas 5, Severini, Morcino ne, Parlato ne; coach Sacripanti
Arbitri: Lamonica, Taurino e Mazzoni
Parziali: 21-11, 43-36, 60-55, 82-76
MVP: Rakim Sanders


L'imbattibilità milanese fu mantenuta anche nell'edizione 2017 al Polo Fieristico di Rimini, sebbene con maggiori patemi: le vittorie con Brindisi (77-75) sul filo della sirena con un tap-in di Milan Macvan, e in semifinale con Reggio Emilia (87-84) furono sudatissime e lasciarono a Sassari l'illusione di poter sovvertire il pronostico in gara secca contro l'armata milanese. La finale fu infatti equilibrata per oltre 38 minuti, e risolta nelle battute decisive dalle iniziative cruciali di Ricky Hickman e Rimantas Kalnietis.

Finale F8 2017 - 19 febbraio 2017 - Rimini

Olimpia EA7 Milano x BancoSardegna Sassari 84-74 
— Milano: Hickman 25, Kalnietis 9, Sanders 15, Pascolo 5, Raduljica, Cinciarini 6, McLean 6, Cerella, Macvan 11, Dragic 7, Abass ne, Fontecchio ne; coach Repesa
- Sassari: Bell 5, Lacey 15, Devecchi 3, B.Sacchetti 3, Lydeka 9, D'Ercole, Savanovic 7, Carter 8, Stipcevic 11, Lawal 13, Monaldi ne, Ebeling ne; coach Pasquini
Arbitri: Begnis, Seghetti e Filippini 
Parziali: 11-19, 34-36, 56-54, 84-74
MVP: Ricky Hickman

Le edizioni fiorentine del 2018 e 2019 si chiusero anzitempo per l'Olimpia Milano, prematuramente eliminata al primo turno da Cantù prima e dalla Virtus Bologna. Un passo in più fu compiuto nel 2020 a Pesaro, battendo nei quarti Cremona ma restando poi invischiata nelle trappole difensive della Reyer Venezia in semifinale. I Lagunari si aggiudicarono nella finale contro Brindisi l'ultimo trofeo del 2019/20, visto che il resto della stagione fu soppresso a causa della pandemia.

Nel 2021 le Final Eight di Coppa Italia tornarono ad Assago, il terreno amico di un'AX Exchange dominatrice in campionato e protagonista di un'eccellente Eurolega. Forte di un roster quasi inarrivabile in campo nazionale, la squadra di Messina confermò appieno i favori del pronostico, lasciando ben poche briciole alle avversarie nelle tre partite di questa kermesse: +28 alla malcapitata Reggiana, +31 ai campioni uscenti della Reyer Venezia capaci di restare in linea di galleggiamento fino all'intervallo (xx-xx) ma poi tempestati dalle triple milanesi e dalle giocate sensazionali della coppia Sergio Rodriguez e Kyle Hines. Anche la finale con Pesaro (dell'ex-coach biancorosso Jasmin Repesa) fu a senso unico grazie a un'applicazione difensiva straordinaria dei milanesi che spianò il terreno alla fase d'attacco in cui brillarono Punter, LeDay e un efficace Gigi Datome, premiato come MVP della manifestazione.

Finale F8 2021 - 14 febbraio 2021 - Forum Assago 

Olimpia AX Exchange Milano x Carpegna Prosciutto Pesaro 87-59 
— Milano: Punter 13, Delaney 10, Shields 9, Leday 13, Hines 5, Rodriguez 1, Datome 15, Biligha 7, Moraschini 7, Cinciarini 2, Moretti 5, Wojciechowski; coach E. Messina
- Pesaro: J.Robinson 4, A.Filloy 5, Drell 12, Filipovity 12, Cain 15, Delfino 5, Tambone 4, G.Robinson, Zanotti 2, Serpilli, Basso ne, Mujakovic ne; coach J. Repesa
Arbitri: Sahin, Begnis e Giovannetti 
Parziali: 21-15, 48-21, 74-36, 87-59
MVP: Luigi Datome

Dopo la vittoria nella Coppa Italia 2021 il bilancio dell'Olimpia Milano nelle Final Eight di Coppa Italia è passato in attivo con 14 vittorie e 13 sconfitte.

IMMAGINI ALLEGATE

La Coppa Italia vinta dall' EA7 Milano il 21 febbraio 2016 contro la Sidigas Avellino al Forum di Assago (foto pubblicata per gentile concessione della società Pallacanestro Olimpia Milano S.S.R.L.)