In questa sezione del museo puoi trovare le schede giocatori ed addetti ai lavori che hanno fatto grande questo sport.

Persone


Gurioli Dante

Dante Gurioli, nato a Rho nel 1949, ha iniziato a giocare quattordicenne nelle leve del Simmenthal sotto la guida del prof.Fassi per poi, per motivi logistici, tesserarsi per il St.John Rho, avendo come allenatore Cesare Angeretti.

Messosi in evidenza, fu acquistato nel 1967/68 dalla Oransoda Cantù, con cui disputò alcune amichevoli, la quale lo girò alla Ramazzotti Milano in serie D dove esplose definitivamente per approdare nella stagione 1968/69 alla prima squadra della Pallacanestro Milano (AllOnestà), allenata da Vittorio Tracuzzi.

Con tanti campioni affermati in squadra, l’allenatore lo ha fatto debuttare in serie A ma non gli ha concesso molte opportunità di giocare. Nella stagione successiva la Pallacanestro Milano ha cambiato in corsa la guida tecnica: Riccardo Sales è subentrato a Tracuzzi, e Dante si è guadagnato più presenze e maggior minutaggio in campo.

Nel frattempo l’ing.Maumary, patron dello squadrone del Geas femminile, intendeva costruire una squadra maschile all’altezza della femminile, per cui nella stagione 1970/71 acquistò Gurioli e Riminucci per tentare la scalata alla B. Il tentativo non ebbe fortuna e Maumary sciolse la squadra ed entrò come azionista di riferimento nella Pallacanestro Milano.

Gurioli è allora approdato come giocatore alla Pertusini Varedo, allenata da Franco Morini e, con compagni Masocco, Frigerio e Galbiati (entrambi ex Oransoda), vinse la serie C e disputò la B. Ha terminato l’attività agonistica nel 1974.

Nel frattempo aveva fondato il CMB Rho creando un fortissimo vivaio ma con tutti questi impegni ha tralasciato gli studi in ingegneria chimica (gli manca un solo esame alla laurea). 

In parallelo l’ing.Maumary lo chiama al Geas per dirigere il settore giovanile e nel  1975/76  Dante subentra alla guida della prima squadra. Maumary, però, aveva iniziato a disinvestire nel Geas per cui Gurioli dovette attingere a piene mani dal vivaio e malgrado ciò vinse nuovamente lo scudetto e anche quello dell’anno successivo, lanciando un folto gruppo di giovani campionesse, con al centro la stella Bocchi.

Maumary, nel 1977/78, propone a Gurioli di lasciare il Geas per fare il vice a Guerrieri nella Pallacanestro Milano, abbinata Xerox. Gurioli, che godeva della massima fiducia di Guerrieri di cui fu uno dei suoi più cari amici e ..vicini di casa, accettò per poi subentrargli (a soli 29 anni, record per un allenatore di serie A) nella stagione 1978/79, in una squadra ricca di stelle ma che giunse, per alcune gare sfortunate, solo ottava pur vincendo uno dei derby con l’Olimpia.

Gravi esigenze di bilancio (l’abbinamento Xerox era scaduto, i proprietari avevano problemi) imponevano una rivoluzione e Gurioli approntò per la stagione 1979/80 una squadra con un mix di anziani e giovani e con Mel Davis straniero (Jura era emigrato a Lugano). Nell’estate la società venne venduta e i nuovi proprietari, non volendo confermare il contratto a Gurioli senza dover pagare penali, lo misero in una situazione incresciosa per cui Gurioli preferì dare volontariamente le dimissioni e chiudere il rapporto poco prima dell’inizio del campionato.

Tale vicenda influì il destino di Dante che (a 30 anni) non volle più avere rapporti con il professionismo, rifiutando offerte, anche dopo molti anni, per allenare la Nazionale Femminile o altre società di A e B o per cariche manageriali.

Ammalato di basketball, creata a Rho la Springfield Basket, vendita al dettaglio di  articoli sportivi che è anche la sede degli incontri del "Canaglia Club” (raduno di giovani, e non, allenatori e giocatori del milanese), si era rigettato immediatamente nella conduzione della sua creatura, il CMB Rho, che ha allenato per oltre 30 anni in campionati di B e C, impiegando quasi esclusivamente giovani del proprio vivaio e lanciando alcuni ragazzi verso il palcoscenico della serie A (tra cui il nazionale Paolo Conti, Andrea Conti, Claudio Polloni, Diego Arrigoni, Guolo, Loduca) oltre che “professore” di ottimi allenatori milanesi (Piva, Petitti, D’Angelo, Turconi, Bianchi, etc.)

Dal 2013, dopo lo scioglimento della prima squadra del CMB, Gurioli ha smesso di allenare (ma presiede sempre il Canaglia Club). Leggendaria è la sua conoscenza di squadre e giocatori (anche di secondo livello), oltre che amico personale di tutti i principali protagonisti del basket di vertice. 

E’ stato negli anni 80 anche conduttore televisivo (sempre come tema il basket) insieme ad una giovane Antonella Clerici e Dino Meneghin e tuttora è commentatore televisivo.

Nel 2015 ha ricevuto la Civica Onorificenza (l’equivalente dell’Ambrogino d’Oro) da parte del Comune di Rho per la sua più che quarantennale attività sportiva.

Un'immagine recente di Dante Gurioli