In questa sezione del sito puoi trovare le testimonianze e alcuni aneddoti di ex giocatori, addetti ai lavori e appassionati.

Testimonianze


Quando una selezione degli Harlem incontrò l’Ignis Varese

Sebbene l’Olimpia Borletti sia l’unica squadra italiana ad aver incontrato gli Harlem Globetrotters in incontri ufficiali sia pure amichevoli, anche l’Ignis Varese ha disputato un’esibizione contro gli assi americani.

Nella tarda primavera 1965 il regista Bruno Beneck (tra l’altro, padre della famosa nuotatrice Daniela) preparò un programma, in più puntate, intitolato “Invito allo sport - Le Olimpiade Giovanili”, girato interamente presso la Casa dello Sportivo di Comerio, complesso sportivo posto all’interno dello stabilimento Ignis. I presentatori erano due personaggi notissimi: Rolly Marchi (inventore dei giochi giovanili invernali di sci, il “Trofeo Topolino”, da cui uscirono Thoeni, Gros, Chiesa, Stricker, e molti altri) e il cantante-attore Ray Martino.
Il programma aveva il compito di proporre e illustrare le varie discipline di un’olimpiade con la partecipazione di grandi campioni dello sport. Per il basket fu organizzato una sfida tra cinque atleti dell’Ignis ed altrettanti degli Harlem Globetrotters, che si trovavano in Italia per la loro quindicesima tournee estiva consecutiva. Il campionato 1964-65, l’ultimo disputato senza stranieri, si era concluso ad aprile con la vittoria del Simmenthal, successivamente la nazionale era stata impegnata a giugno ai campionati europei e si approfittò del fatto che gli Harlem si sarebbero esibiti al velodromo Vigorelli di Milano nelle serate del 7, 8 e 9 luglio e a Varese al Palazzetto ‘Lino Oldrini’ di Masnago inaugurato pochi mesi prima. Pertanto nella tarda mattinata dell’8 luglio 1965 una selezione degli Harlem (tra cui il famoso Fred “Pelato” Neal) incrociò il quintetto varesino, composto da Flaborea, Gavagnin, Bufalini, Cescutti e Vatteroni, nel campo all’aperto della Casa dello Sportivo a Comerio.
Valerio Vatteroni ignorava che questa sarebbe stata l’ultima occasione di indossare la maglia gialla-blu in quanto il successivo 24 luglio sarebbe stata firmata la clamorosa cessione di Vittori (capocannoniere del campionato) dal Simmenthal all’Ignis e il buon Valerio (che era la contropartita insieme a Ossola e Bulgheroni) sarebbe stato immediatamente girato, insieme agli altri due compagni, dal Simmenthal alla All’Onestà. Nino Cescutti era risultato il miglior cannoniere Ignissino del campionato appena concluso ed insieme a Flaborea e Bufalini era reduce dagli europei.
La partitella, di esigua durata, per gli Harlem costituiva un utile spot pubblicitario per la loro tournee in Italia, ma tennero a Milano in albergo la loro stella Lemon.
Il famoso arbitro Joe Celentano, che era parte integrante del loro show, non venne convocato, e il match fu diretto unicamente dal giovane arbitro Aldo Albanesi, stella emergente, che fu ricompensato dalla Rai con 5.000 lire (si tenga presente che un quotidiano costava 50 lire ed un litro di benzina 120 lire).
Prima dell’incontro fu scattata una foto, che gentilmente Albanesi ci ha inviato, in cui si vedono tutti i protagonisti del match oltre al direttore sportivo Casati ed all’allenatore delle giovanili Nico Messina, in quei giorni facente funzione in quanto l’allenatore Tracuzzi si era dimesso il 1 luglio e non era ancora stato formalizzato l’incarico a Vinicio Nesti.
Al termine tutti pranzarono al famoso ristorante “Bel Sit”, situato proprio di fronte agli uffici Ignis, che era lo storico punto di appoggio di tutti gli sportivi della “scuderia” Ignis (che annoverava i migliori ciclisti, pugili, calciatori e cestisti) e dove venivano festeggiate (a tavola) le vittorie varesine. 
L’esibizione fu trasmessa dalla Rai nel pomeriggio del successivo 6 settembre, nell’ambito delle trasmissioni “TV dei ragazzi”.

 

(si ringrazia Aldo Albanesi per l'ispirazione, la testimonianza e il materiale fornito nonchè per la squisita disponibilità)

Fred 'Curly' Neal, Bufalini e Vatteroni (di spalle) assistono a un tiro in acrobazia di un Globetrotter durante l'esibizione Ignis-Harlem del 8 luglio 1965 a Comerio

L'arbitro Aldo Albanesi e il Globetrotter Fred Neal durante la partita di esibizione tra Ignis e Harlem dell'8 luglio '65 a Comerio

Momento di pausa nelle riprese televisive durante l'esibizione Ignis-Harlem del 8 luglio 1965 a Comerio: si riconoscono Flaborea, Gavagnin e Bufalini