In questa sezione puoi trovare i trofei e i cimeli che società o addetti ai lavori hanno voluto mostrare e condividere insieme a noi.

Trofei e Cimeli


Speciale Trofei di Carlo Recalcati

L'eccellenza di una carriera come quella di Carlo Recalcati è difficile da condensare in poche immagini. Tra coppe, medaglie, trofei, maglie, palloni Museo del Basket-Milano, con la collaborazione del giornalista e fotografo Dino Merio, vi propone alcune immagini delle onorificenze ricevute da 'Charly', forse non le più celebrate ma che testimoniano la straordinarietà del suo percorso, iniziato da milanese purosangue presso il Centro Pavoniano di Via Giusti.

Recalcati, che ringraziamo per la squisita disponibilità, ha raggiunto da giocatore (di Cantù e della Nazionale Italiana) e da coach i traguardi più illustri e ambiti; questa pagina vuole essere un piccolo atto di riconoscenza alla perseveranza, alla classe e all'etica lavorativa degli uomini simbolo del basket italiano.

Le sei statuette dell'Oscar del Basket, vinte da Carlo Recalcati come giocatore nel 1967/68, 1968/69, 1969/70, 1970/71, 1971/72 e 1975 (foto di Dino Merio, per gentile concessione dell'autore)

Il primo dei due trofei assegnati a Carlo Recalcati come Allenatore dell'anno; nella foto la Coppa relativa alla stagione 1998/99 con lo Scudetto di Varese, l'altro si riferisce al 2003/04 per lo Scudetto con Siena, il terzo della sua carriera in tre club diversi (foto di Dino Merio, per gentile concessione dell'autore)

Il 9 febbraio 2008, Carlo Recalcati è eletto nella Hall of Fame Italiana; questo è il tributo donato dalla Federazione Italiana Pallacanestro (foto di Dino Merio, per gentile concessione dell'autore)

Medaglie di metallo pregiatissimo conquistate con la Nazionale Militare: a sinistra l'oro dei Mondiali Militari di Damasco nel 1966 in squadra con Masini, Ossola, Gatti e Cosmelli, a destra l'argento dell'edizione successiva di Baghdad 1967 in cui Recalcati aveva altri compagni illustri come Iellini, De Rossi, Fantin e Barlucchi (foto di Dino Merio, per gentile concessione dell'autore)

Un trittico di medaglie eccezionali conquistate da Carlo Recalcati alla guida della Nazionale Italiana: a sinistra l'Oro ai Giochi del Mediterraneo 2005 a Almeria, al centro l'argento olimpico di Atene 2004 e a destra il bronzo agli Europei di Svezia 2003 (foto di Dino Merio, per gentile concessione dell'autore)

Carlo Recalcati è stato un punto fermo della nazionale tra il 1967 e il 1976 - la medaglia a sinistra è il bronzo ai Campionati Europei di Belgrado 1975, al centro il Bronzo degli Europei del 1971 a Essen (Germania Ovest) con la finale vinta 85-67 contro la Polonia, a destra l'Argento ai Giochi del Mediterraneo 1967 a Tunisi (foto di Dino Merio, per gentile concessione dell'autore)

La medaglia commemorativa donata a Carlo Recalcati dall'Umana Venezia in occasione della vittoria che lo ha reso l'allenatore recordman ogni tempo per gare vinte nel Campionato Italiano (foto di Dino Merio, per gentile concessione dell'autore)

Premio "Retina d'oro" 2014 assegnato a Carlo Recalcati che ai tempi era coach della Sutor Montegranaro su iniziativa di UniCredit Basket per la lunga e vincente carriera di giocatore e di tecnico (foto di Dino Merio, per gentile concessione dell'autore)

Ufficiale ordine al merito della Repubblica Italiana a Carlo Recalcati a seguito della medaglia d'argento ai Giochi Olimpici di Atene 2004 (foto di Dino Merio, per gentile concessione dell'autore)

Trofeo "Lunetta d'Oro" al Miglior Tiratore di Tiri Liberi del campionato di Serie A, assegnato a Carlo Recalcati nelle stagioni 1972/73 e 1973/74 (foto di Dino Merio, per gentile concessione dell'autore)