In questa sezione del museo puoi ripercorrere la storia del basket italiano dalle origini.

Storia


Dal 1987 al 1991: triplete e successi internazionali targati Olimpia

Nel 1987 la Divarese Varese nella regular season ha preceduto l’Arexon Cantù e la Dietor Bologna.

Nei play-off Mobilgirgi Caserta ha eliminato la Dietor Bolgna 2-0. Divarese ha battuto per 2-0 la Libertas Firenze, Arexon ha superato 2-0 Allibert Livorno, Tracer O. Milano ha sconfitto 2-1 la Scavolini Pesaro.

Nelle semifinali Tracer contro Divarese è finita 2-0 e Caserta si è sbarazzata di Cantù con un secco 2-0.

La finale scudetto per la prima volta si è disputata al meglio delle cinque partite.

Nel 1987 la Tracer Olimpia Milano si è aggiudicata lo scudetto per 3-0 (90-85, 99-90, 84-82), la Mobilgirgi Caserta si è dovuta accontentare del secondo posto. Quell'anno l’Olimpia ha fatto il “triplete” vincendo anche la Coppa Italia e la Coppa dei Campioni.

 Formazione della Tracer Olimpia Milano Campione d’Italia 1987: Ken Barlow, Bob McAdoo, Fabrizio Ambrassa, Fausto Bargna, Franco Boselli, Mike D'Antoni, Vittorio Gallinari, Mario Governa, Michele Guardascione, Dino Meneghin, Riccardo Pittis, Roberto Premier. Allenatore: Dan Peterson.

Marcatori: Drazen Dalipagic (Ve 36, Oscar (Cs) 33, Frederick (Pe) 29.     

Tiro 2 punti Radovanovic ( Ve) 66%  

Tiro da 3 punti Masetti (Ve) 48%

Tiri liberi Dalipagic (Ve) 88%

Rimbalzi: Gay (Can) 14

Recuperi: Brown (Bs) 3.9

Assist: Montecchi (Re) 3.7

Stoppate: Gay(Can)2.2

Nel 1988 la regular season ha visto la Divarese Varese precedere Tracer Milano e Vismara Cantù.

Nei quarti di finale dei play-off  i risultati sono stati: Divarese - Allibert Livorno 2-1, Vismara - Yoga Bologna 2-1, Tracer - Banco Roma  2-1, Scavolini Pesaro - Snaidero Udine 2-0.

In semifinale Scavolini ha eliminato Divarese 2-1 e Tracer ha battuto Vismara 2-0.

Lo scudetto se lo è aggiudicato la Scavolini Pesaro per 3-1 (90-82, 86-83, 108-115, 98-87). La Tracer, seconda arrivata, si è consolata vincendo la Coppa dei Campioni e la Coppa Intercontinentale.

La formazione della Scavolini Pesaro Campione d’Italia 1988 era composta da Fabio Aureli, Greg Ballard, Cristiano Cocco, Darwin Cook, Ario Costa, Roberto Cipolat, Darren Daye, Danilo Del Cadia, Andrea Gracis, Walter Magnifico, Matteo Minelli, Silvano Motta, Giuseppe Natali, Aza Petrović, Federico Pieri, Renzo Vecchiato, Domenico Zampolini. Allenatore: Valerio Bianchini.

Marcatori: Drazen Dalipagic 37.7, Oscar (Ce) 37.3, Riva (Can) 29.5

Tiro 2 punti: Gay (Can.) 63.4 %
Tiro 3 punti: Ferraiuolo (Va) 47.2 %
Tiri liberi: Turner (Can.) 90.6 %

Rimbalzi. M. Davis (Tv), 14.0
Recuperi: H.Johnson (Bs) 3.5
Assist: D'Antoni (Mi) 3.5
Stoppate: M.Davis (Tv) 2.2

Nel 1989 la detentrice Scavolini è arrivata prima nella stagione regolare. Nei quarti di finale dei play-off la Knorr Bologna ha battuto la Snaidero Caserta 2-1, l’Enichem Livorno ha superato 2-0 l’Arimo Bologna, la Phillips Olimpia Milano ha sconfitto 2-0 la Benetton Treviso, la Scavolini Pesaro ha avuto la meglio 2-1 sulla Divarese Varese.

In semifinale la Scavolini ha perso 2-0 a tavolino in casa contro la Philips per ferita alla testa di Meneghin provocata da una monetina gettata dagli spalti e a Milano 82-85, è stata quindi eliminata. Nell’altra semifinale l’Enichem ha superato la Knorr 2-1.

L’Olimpia Milano si è aggiudicata il suo 24° scudetto sconfigendo per un punto in gara 5 l’Enichem Livorno (79-92,  100-81, 73-69, 77-83, 86-85).

 Formazione della Philips Olimpia Milano Campione d’Italia 1989: Massimiliano Aldi, Matteo Anchisi, Marco Baldi, Bill Martin, Alessandro Chiodini, Mike D'Antoni, Albert King, Bob McAdoo, Dino Meneghin, Piero Montecchi, Davide Pessina, Riccardo Pittis, Flavio Portaluppi, Roberto Premier. Allenatore: Franco Casalini.

Nel 1990 la Scavolini Pesaro è arrivata prima nella fase preliminare e ha vinto anche lo scudetto superando nei play-off 2-1 Il Messaggero Roma, 2-1 la Phonola Caseta e in finale 3-1 la Ranger Varese (109-86, 86-96, 102-95, 113-94). La Ranger Varese è giunta in finale per aver battuto 2-1 la Viola Reggio Calabria e 2-0 la Vismara Cantù.

La formazione della Scavolini Pesaro Campione d’Italia 1990 era composta da Paolo Boesso, Alessandro Boni, Paolo Calbini, Cristiano Cocco, Marco Cognolato, Darwin Cook, Ario Costa, Darren Daye, Andrea Gracis, Walter Magnifico, Matteo Panichi, Federico Pieri, Giulio Rossi, Kelvin Upshaw, Michele Verderame, Domenico Zampolini. Allenatore: Sergio Scariolo.

Marcatori: Oscar (Ce) 33.1 , McGee (Des.) 31.0 , Berry (Na)32.8
Tiro 2 punti: Bouie (Can.) 64.1 %
Tiro 3 punti: Caldwell (RC) 50.4 %
Tiri liberi: Macy (Tv) 89.3 %

Rimbalzi: Landsberger (Mon.) 14.4
Recuperi: M. Anderson (Fi) 3.2
Assist: Cook (Ps) 3.9
Stoppate: Rusconi (Va) 2.5

Nel 1991 la Philips Milano ha superato la Phonola Caserta nella regular season, ma il risultato si è capovolto in una finale scudetto molto combattuta terminata in gara 5 (99-90, 80-94, 87-82, 81.93, 88-97). La Philips è arrivata in finale battendo 2-1 la Stefanel Trieste e 2-0 Il Messaggero Roma.

La Phonola nei play-off ha sconfitto 2-1 la Scavolini Pesaro e 2-0 la Knorr Bologna.

La formazione della Phonola Caserta Campione d’Italia 1991 era composta da Sandro Dell'Agnello, Charles Shackleford, Massimiliano Rizzo, Francesco Longobardi, Ferdinando Gentile, Tellis Frank, Cristiano Fazzi, Vincenzo Esposito, Sergio Donadoni, Giacomantonio Tufano, Damiano Faggiano, Giuseppe Falco, Claudio Acunzo, Luigi Vertaldi, Virgilio Vitiello. Allenatore: Franco Marcelletti.

Marcatori: Carlton Myers (F. Bo) 26.9,  M.Williams (Ts) 25.5,  H.Williams (Tv) 25.2

Tiro 2 punti: Komazec (V.Bo) 70.6 %
Tiro 3 punti: Iuzzolino (Vr) 52.2 %
Tiri liberi: Bullara (Rc) 88.2 %

Rimbalzi: Mills (Si) 11.0
Recuperi: Sconochini (V.Rm) 3.8
Assist: Djordjevic (O.Mi) 3.4
Stoppate: Petruska (Va) 1.6 

Formazione della Scavolini Pesaro Campione d’Italia 1988: Fabio Aureli, Greg Ballard, Cristiano Cocco, Darwin Cook, Ario Costa, Roberto Cipolat, Darren Daye, Danilo Del Cadia, Andrea Gracis, Walter Magnifico, Matteo Minelli, Silvano Motta, Giuseppe Natali, Aza Petrović, Federico Pieri, Renzo Vecchiato, Domenico Zampolini. Allenatore: Valerio Bianchini.

Formazione della Philips Olimpia Milano Campione d'Italia 1988-89: Massimiliano Aldi, Matteo Anchisi, Marco Baldi, Bill Martin, Alessandro Chiodini, Mike D'Antoni, Albert King, Bob McAdoo, Dino Meneghin, Piero Montecchi, Davide Pessina, Riccardo Pittis, Flavio Portaluppi, Roberto Premier. Allenatore: Franco Casalini.

Formazione della Scavolini Pesaro Campione d’Italia 1990: Paolo Boesso, Alessandro Boni, Paolo Calbini, Cristiano Cocco, Marco Cognolato, Darwin Cook, Ario Costa, Darren Daye, Andrea Gracis, Walter Magnifico, Matteo Panichi, Federico Pieri, Giulio Rossi, Kelvin Upshaw, Michele Verderame, Domenico Zampolini. Allenatore: Sergio Scariolo.

Festeggiamenti nello spogliatoio della Scavolini Pesaro Campione d'Italia nel 1990

Formazione della Phonola Caserta Campione d’Italia 1991: Sandro Dell'Agnello, Charles Shackleford, Massimiliano Rizzo, Francesco Longobardi, Ferdinando Gentile, Tellis Frank, Cristiano Fazzi, Vincenzo Esposito, Sergio Donadoni, Giacomantonio Tufano, Damiano Faggiano, Giuseppe Falco, Claudio Acunzo, Luigi Vertaldi, Virgilio Vitiello. Allenatore: Franco Marcelletti.

Peterson festeggia con McAdOO la conquista della Coppa dei Campioni