In questa sezione del museo puoi ripercorrere alcune tappe della storia del basket milanese dalle origini.

Storia milanese


La cronaca del Torneo Open 1984: quando il basket italiano sfidò la NBA

Il precampionato della stagione 1984/85 passò alla storia per uno degli eventi più importanti (ma anche meno ricordati) del basket moderno sul territorio italiano. Tre dei più potenti club italiani dell'epoca, organizzarono direttamente con la NBA il 1° Open Italiano di Basket, ovvero un torneo vero (non esibizioni con selezioni o singole stelle NBA) con tre sedi e un girone all'italiana spalmato su ben cinque giornate. Varese, Bologna (sponda Virtus) e Simac Olimpia Milano ebbero l'opportunità di misurarsi con i Phoenix Suns e i New Jersey Nets, due franchigie di buon livello e, sebbene con le formazioni ancora sperimentali, forti dei nuclei che poi avrebbero giocato la stagione NBA.

Si trattò di una sorta di antesignano del McDonald's Open, un esperimento voluto dal commissioner David Stern e dal potente Jerry Colangelo per iniziare la politica di diffusione della NBA fuori dai confini statunitensi. Gli oltre 25.000 spettatori che hanno riempito i tre palazzetti italiani e la copertura mediatica ne hanno dimostrato la validità.

Fu anche l'occasione per il pubblico italiano di vedere le prime partite con il tiro da tre punti, istituito da FIBA dopo i Giochi Olimpici di Los Angeles 1984, con all'opera anche gli arbitri NBA, tra cui il leggendario Earl Strom.

Stella del torneo fu senza dubbio Darryl Dawkins, sbarcato in Italia con l'atteggiamento positivo e guascone che ha confermato la sua fama meglio di Larry Nance molto più sottotono. Oltre alle gag,  "Chocolate Thunder" diede modo di mostrare un saggio della sua abilità tecnica, fatta di movimenti in post basso veloci e devastanti, presenza a rimbalzo e il consueto album di schiacciate da poster. 

Miglior giocatore del torneo fu tuttavia Walter Davis, guardia di Phoenix, che ha incantato tutti con la sua eleganza e precisione, nonchè per aver inciso in maniera determinante nella partita conclusiva del torneo. Menzioni di merito anche per James Edwards e Jay Humpries, l'asse pivot-play su cui coach McLeod costruì la stagione dei Suns, Otis Birdsong e Mike O'Koren nei Nets.

L'Olimpia affrontò il torneo con una formazione d'emergenza, sprovvista di D'Antoni e Meneghin, con l'americano in prova Marty Byrnes (che lascerà poco dopo il posto a Wally Walker e dopo ancora a Joe Barry Carrol) e con le idee ancora confuse sul sostituto di Antoine Carr; arrivò poi Russ Schoene ma a poche ore dall'inizio del campionato. Ben altro impatto ebbe la Pallacanestro Varese di coach Riccardo Sales, già pronta con gli arrivi di Meo Sacchetti e dei due nuovi americani John Deveraux e Corny Thompson, e con Francesco Vescovi in rampa di lancio. Assente solo Francesco Anchisi, fu Dino Boselli a sfidare il gemello Franco entrambi nelle vesti di regista.

Con la Granarolo Bologna, campione d'Italia al Palazzone solo pochi mesi prima, sconfitta in tutte le gare, nella giornata conclusiva dell'11 settembre 1984 si svolsero in pratica le due finali: per l'onore italiano, la Ciao Crem sconfisse di misura i padroni di casa della Simac sotto l'inaspettata spinta di...Prina e Curtarello, mentre i Phoenix Suns si aggiudicarono il torneo battendo per 148-121 i Nets, con Larry Nance e Walter Davis (24 punti) a prevalere su Micheal Ray Richardson (37 e rissa con Humphries), Darryl Dawkins e Albert King.

Il caso volle che, nel tempo, diversi giocatori delle due franchigie abbiano poi disputato il campionato italiano: i 'milanesi' Darryl Dawkins e Albert King, il bolognese Richardson, il canturino Jeff Turner, i varesini Frank Brickowski e Charles Pittman, il pesarese Darwin Cook.

Fu anche l'ultimo evento sportivo di rilievo disputato al Palazzone di S.Siro (dopo pochi giorni suonarono i Queen); nel successivo mese di gennaio, il crollo di parte del tetto sotto la "grande nevicata", privò la città del suo contestato ma indispensabile teatro. 

* Date e Risultati

* 3 settembre a Varese

- Simac Milano x Granarolo Bologna 91-84 

- Phoenix Suns x Ciao Crem Varese 103-80

 

* 5 settembre a Milano

- Ciao Crem Varese x Granarolo Bologna 103-102 

- New Jersey Nets x Simac Mlano 127-80

 

* 7 settembre a Bologna

- Phoenix Suns x Simac Milano 118-93

- New Jersey Nets x Granarolo Bologna 142-106

 

* 9 settembre a Varese

- Phoenix Suns x Granarolo Bologna 121-87

- New Jersey Nets x Ciao Crem Varese 123-111

 

* 11 settembre a Milano

- Ciao Crem Varese x Simac Milano 87-84

- Phoenix Suns x New Jersey Nets 148-121

 

* Classifica finale:

1° Phoenix Suns, 2° New Jersey Nets, 3° Ciao Crem Varese, 4° Simac Olimpia Milano, 5° Granarolo Virtus Bologna

James Edwards (Suns) al tiro contro Darryl Dawkins (Nets) nella serata finale del 1° Torneo Open di Basket, l'11 settembre 1984 al Palazzone di S.Siro a Milano. (Foto De Mori, concessa a MDB-MI)

Biglietto originale della serata finale del 1 Open Italiano di Basket al Palazzone di S.Siro datato 11 settembre 1984 (Foto MDB-MI)