In questa sezione del museo puoi ripercorrere alcune tappe della storia del basket milanese dalle origini.

Storia milanese


Quando Milano sfida Cantù

Il primo confronto diretto ufficiale risale al 14 novembre 1954, nella stagione in cui la Pallacanestro Cantù debuttò nella massima serie. La Borletti di Romanutti, Stefanini, Gamba e addirittura Cesare Rubini con la qualifica di allenatore-giocatore liquidò 80-52 gli ospiti guidati ai 27 punti di Lino Cappelletti. Ma già dalla gara di ritorno la rivalità ebbe un'impennata: i canturini restituirono il maltolto vincendo 50-45 con il duello tra Cappelletti e Romanutti ad infiammare le tribune allestite ai bordi del campo all'aperto di Piazza Parini.
Quella vittoria non fu sufficiente ad assicurare alla Pallacanestro Cantù la permanenza in Serie A, ma tracciò una linea precisa, passata da decine di confronti in campo nazionale (Serie A, Coppa Italia, Trofeo Lombardia) e internazionale (coppe europee e anche una gara di Coppa Intercontinentale) sia con l'Olimpia che con la Pall.Milano. Ovunque, alla 'Parini' come alla 'Forza e Coraggio', al Palalido come al Pianella, al Palazzone di S.Siro, al PalaTrussardi, al Forum di Assago o anche nella 'zona franca' del PalaDesio, si è vissuta la vera essenza della pallacanestro. Un percorso che ancora oggi è costellato di sfide accese e ricche di spunti tecnici e umani, di personaggi di grande spessore e di un elenco di 'ex' che si allunga di anno in anno. Una rivalità radicata che non smette di animare i tifosi e i protagonisti come sarà dimostrato anche nella serata del 3 dicembre 2018 denominata "Cantù-Milano nel ricordo di Bob Lienhard" che richiamerà a raccolta gli ex-rivali canturini e milanesi nel nome di un grande atleta che fu di Milano solo per un provino e che poi è rimasto brianzolo per sempre.  

Torneo di Loano del 1972. La prima squadra nazionale di Lega: si riconoscono Don Holcomb, Giorgio Papetti, Sandro Gamba, Art Kenney, Bob Lienhard e Angelo Cattaneo

Quando mi convocò il Simmenthal e mi trovai a giocare a Cantù

Racconto di Bob Lienhard, giocatore del Cantù dal 1970 al 1978. . . Nell’aprile del 1970 Gamba e Rubini, sulla base di mie ottime referenze nel campionato universitario americano, mi contattarono e mi proposero di fare un provino qui a Milano. Rimasi in città una settimana, ero convinto di...  >>

Vignetta celebrativa del passaggio di consegne tra l'Olimpia Milano e la Pallacanestro Cantù in occasione dello Scudetto 1968. Disegno realizzato da Pietro Toppi (per gentile concessione dell'Archivio Fotografico Cassa Rurale ed Artigiana di Cantù)

Recalcati racconta il 1968 e lo Scudetto scucito

Charlie Recalcati all'epoca giocatore della Oransoda Cantù, svela i retroscena della partita decisiva per l'assegnazione dello Scudetto 1968. Un racconto speciale per gli ospiti del Museo del Basket-Milano e per il suo presidente Giorgio Papetti che, dopo 50 anni, scopre perchè delle due canotte...  >>

Fausto Bargna contro l'Arexsons Cantù il 27/12/1987 a Cucciago contro Jeff Turner e Dan Gay 

Cantù-Milano: i Grandi Ex

Un tempo erano i prodotti dei rispettivi floridi settori giovanili a cambiare uniforme e a trovare spazio presso la 'concorrenza' in base alle esigenze e alle prospettive delle prime squadre. Poi anche le grandi firme hanno provato l'emozione di varcare il confine tra la Brianza e l'area...  >>

Bariviera in maglia Cantù in entrata contro Roberto Premier

Finale Coppa Campioni 1982/83: Billy Milano – Ford Cantù

Sono gli anni del dominio del basket italiano in Europa e alla serie dei successi varesini in Coppa dei Campioni degli anni 70 si sono affiancati quelli dell’Olimpia e della Pallacanestro Cantù nella Coppa delle Coppe. Senza contare gli exploit di squadre italiane nel femminile (Geas e Fiat...  >>